Fede nell’Iddio onnipotente

Fede nell’Iddio onnipotente

fede_Dio_onnipotenteMi chiamo Salvatore, ho 65 anni e mi è stato parlato del Signore circa 30 anni fa da un mio collega di lavoro, il quale mi testimoniò di ciò che Dio aveva fatto nella sua vita. Quelle parole colpirono il mio cuore tanto da spingermi a partecipare ad alcune riunioni di culto che in seguito decisi di abbandonare. Da quel momento cominciarono i problemi, da quando mi allontanai dalla Parola di Dio.
Nel 1964 mi ammalai gravemente alle mani e ai piedi, ed inseguito fui costretto a trasferirmi dalla Sicilia a Milano, dove fui operato per la prima volta e dove successivamente affrontai altri 3 interventi. A causa della malattia dovetti smettere anche di lavorare e di svolgere molte altre attività. Dopo i vari interventi, mi comunicarono che per la mia mano non c’erano più speranze di guarigione, poiché era andata in cancrena e bisognava amputarla.
Un giorno, decisi di farla finita… volevo farla finita con la vita e mentre passeggiavo con la bicicletta per raggiungere il luogo dove suicidarmi, si presentarono davanti a me due persone che mi chiesero: “Cos’hai? Vogliamo saperlo, perché Gesù ci ha mandato da te”. Quella stessa sera andai in chiesa e accettai il Signore come personale Salvatore, donando a Lui il mio cuore e la mia vita. In quel momento di dolore gridai a Dio con tutto il mio cuore ed Egli si fece conoscere rivelandosi nella mia vita.
Sono passati più di 20 anni da quel giorno, la mia mano è guarita, grazie al mio Dio; persino i dottori si stupirono dicendomi che ci voleva una grande fede per far sì che la mia mano potesse guarire, ma io avevo posto con tutto il mio cuore la fede nel Dio onnipotente. Ora ho il desiderio che anche la mia famiglia si converta all’Evangelo, facendo un’esperienza personale con il Signore. Ringrazio Dio per come ha avuto pietà di me e mi ha chiamato a Lui per la seconda volta.

Salvatore