Il Signore mi liberò

Il Signore mi liberò

Il-Signore-di-liber+¦Il Signore sia lodato! Mi chiamo Carmelo La Leggia ed ho 72 anni; voglio raccontare come il Signore ha salvato la mia vita.
Da bambino ho passato un’infanzia infelice in quanto ho vissuto in una famiglia povera composta da 5 figli e i miei genitori. A causa della nostra povertà riuscì a terminare solo le scuole elementari perché dopo dovetti cercarmi subito un lavoro. Mi adattavo a qualunque cosa trovassi, spesso facendo orari disumani, pur di guadagnare qualcosa per il mio sostentamento.  A 20 anni decisi di trasferirmi dalla Sicilia a Milano dove trovai lavoro nell’edilizia. La vita che conducevo a Milano era molto migliore della precedente e così passai i successivi otto anni tra lavoro e divertimenti.
Un’estate tornai in Sicilia per passare le vacanze e nel frattempo, durante il mio soggiorno, conobbi Francesca che dopo due mesi e mezzo divenne mia moglie. Mi sposai nel 1967 e in quel periodo mia suocera cominciò a parlarmi del Signore ma io non riuscivo a capirci niente. Nel 1983 un ragazzo dell’Alfa Romeo parlò del Signore a mia moglie. Dopo qualche settimana questo ragazzo venne a trovarci a casa nostra e ci parlò di questo Dio che poteva liberarci da qualsiasi vizio, ed io ne avevo tanti, e donarci la vita eterna. Cominciai a credere che il Signore potesse fare qualsiasi cosa ma sempre mi lasciavo vincere dall’incredulità. Un giorno pensai a tutto ciò che mi avevano raccontato su questo Dio, mi chiesi se era vero e nel dubbio decisi di metterlo alla prova! Inizia a frequentare la Chiesa e col tempo mi accorsi che queste persone erano diverse da me, non riuscivo a capirne il perché, ma questa differenza era talmente palese che non potevo non vederla.
Ascoltavo le loro testimonianza e comprendevo che ciò che dicevano era vero; alcuni testimoniavano del dono della vita eterna, altri della loro guarigione e altri ancora della pace e della felicità che il Signore gli aveva donato. Passai i successivi otto mesi nell’incertezza più totale fino a quando una sera decisi di andare in Chiesa. Quella sera mi ritrovai in ginocchio a lodare il Signore pregandoLo con tutte le mie forze e con tutto me stesso di rivelarsi nella mia vita. Dopo due mesi il Signore entrò nella mia via liberandomi da ogni vizio. Mi donò la salvezza dell’anima, lavandomi col Suo prezioso sangue e facendomi diventare un Suo figliuolo; mi battezzò nello Spirito Santo. “Credi nel Signor Gesù e sarai salvato tu e la casa tua”. Credetti a questa promessa e il Signore l’ha mantenuta. Il Signore è stato sempre fedele nella mia vita e ha fatto grandi opere in me.
Durante un periodo di ferie stetti molto male; il Signore  mi è stato accanto,  mi ha sostenuto provvedendo alla mia vita in modo meraviglioso. Oggi insieme a mia moglie e ai miei figli posso dichiarare “quanto a me e alla mia famiglia noi serviremo il Signore”.

Carmelo