Il giorno più bello

Il giorno più bello

99-330266-000001Mi chiamo Sabina e ho 37 anni. Desidero condividere con voi la mia testimonianza. Sono cresciuta in una famiglia di credo cattolico, ma nonostante ciò, le cose non andavano molto bene, infatti mia madre si ammalò di esaurimento nervoso, grazie a Dio io e mio fratello non ne subimmo le conseguenze.
Dio chiamò un mio zio al servizio pastorale il quale cominciò a predicare che Dio guarisce, libera e salva. Mia madre accettò Cristo come personale Salvatore e fu guarita sia spiritualmente che fisicamente dal suo esaurimento. Il Signore chiamava tanti della mia famiglia attraverso opere di salvezza, guarigione e di liberazione.
Ero ancora bambina quando iniziai a sentir predicare la Parola di Dio, ed Egli incominciava a mettere nel mio cuore il seme della salvezza. Crescendo decisi di accantonare tutti gli insegnamenti che il Signore mise in me da piccola e iniziai ad allontanarmi dal Signore, ma, nonostante tutto Lui non mi abbandonò mai e si prese cura di me.
Arrivai all’età di 18 anni, delusa dal mondo e vuota, con il buio nel cuore. Una sera mio zio mi telefonò (ora so che era il piano di Dio per me) e mi invitò a una serata di culto sotto una tenda, e io dopo un po’ d’esitazione risposi di si. Quella sera per me fu indimenticabile perché un pastore da Roma portò un filmato sull’Apocalisse che illustrava la fine dei nostri giorni, sullo schermo si vedevano tante fiamme di fuoco, tutto era silenzioso e buio attorno a me, come se ci fossi solo io. Ad un tratto sentii la voce dello Spirito Santo viva e chiara, che mi parlava all’orecchio e mi disse: “Se tu non mi accetti, questa sarà la fine che farai”. In quell’istante accettai per fede la salvezza che Cristo Gesù mi offriva e nel mio cuore entrò la luce della salvezza e l’amore di Dio. Egli mi convinse con il suo amore, chiamandomi personalmente. Non avevo ancora 19 anni quando entrai nelle acque battesimali, era il 9 Luglio ’89. Fu il giorno più bello della mia vita, da allora sono passati 18 anni e ringrazio Dio ancora per quel giorno e per quelli a venire. Nelle difficoltà e nelle prove della vita, il Signore mi è sempre stato vicino liberandomi e soccorrendomi, anche quando a volte la mia fede veniva meno.
Il Signore mi ha grandemente benedetto dandomi ciò che il mio cuore desiderava, anche se il più grande desiderio rimane quello di stare sempre con Lui in terra e poi nel cielo.
Oggi e sempre posso dire che le Parole di Dio sono per me Spirito e Vita. A te amico/a voglio dirti di accettare Gesù Cristo, l’unica ricchezza di vita, l’unico che può davvero condurci a Dio. Dio ci benedica insieme.

 Sabina