Il Signore … da poco può fare tanto!

Il Signore … da poco può fare tanto!

Il-Signore-...-da-poco-pu+¦-fare-tantoDesidero con queste poche righe raccontare una parte della mia esperienza col Signore, ed esattamente il giorno in cui Egli mi ha battezzato col Suo Spirito Santo.
Era una giornata di inverno. Esattamente il 14 dicembre del 1993 a quell’epoca avevo solo quindici anni, era un sabato giorno di riunione dei giovani, noi giovani dovevamo preparare una recita da presentare l’ultimo dell’anno in chiesa. Il giorno prima una giovane della comunità era stata battezzata nello Spirito Santo, quindi i monitori (che desideravano vedere la Gloria di Dio in noi giovani) hanno deciso quella sera con mia grande sorpresa di fare una riunione di preghiera. Eravamo tutti ragazzi alle prime esperienze col Signore, cantammo qualche canto e poi ci inginocchiammo per pregare, era la classica preghiera da riunione dei giovani; non si sentivano tante lodi, si pregava a voce bassissima ricordo, che ero abbastanza distratto quella sera, e con tutta sincerità pensavo che quella sarebbe stata una riunione come tante altre e mi chiedevo: cosa può succedere in una riunione di preghiera improvvisata con giovani che non hanno fatto un’esperienza profonda col Signore? La risposta me la diede il Signore durante quella riunione, ad un certo punto quella lode flebile a tratti quasi inesistente, comincia per l’intervento di Dio ad accendersi e tutto ad un tratto vidi una sorella cominciare a parlare con potenza in altre lingue, la gloria di Dio si stava manifestando. Poco dopo un’altra fu ripiena dello Spirito Santo fino a traboccare, e poi ancora un fratello, alla fine per la grazia di Dio si contarono quella sera cinque battesimi nello Spirito Santo.
Posso dire con gran gioia che fu pure la mia sera, quella di un’esperienza che ha cambiato la mia vita; infatti vedendo la gloria di Dio in quei ragazzi che venivano riempiti dal Signore, dissi fra me con fede: “adesso Signore, credo che appena aprirò ancora la mia bocca Tu la riempirai, e mi farai traboccare”. Facendo un’esperienza simile a quei due ciechi, che credevano che Gesù quel giorno poteva guarirli e ai quali Egli disse “ vi sia fatto secondo la vostra fede” (Matteo 9:29). E così avvenne, appena aprì la bocca per lodare il Signore Egli mi fece traboccare, parlai in nuove lingue che non conoscevo, sentii la presenza di Dio in modo glorioso e potente, il Signore quella sera mi ha dimostrato che Egli da poco può fare tanto, avevo cominciato quella preghiera freddamente seduto sulla mia sedia per finirla poi in ginocchio davanti alla presenza di Dio, non pregando in modo sommesso ma gridando con tutto il cuore la gratitudine a Dio. E ancora adesso, a distanza di quasi quindici anni da quella sera voglio rinnovare la mia gratitudine per il Signore, e per quell’esperienza potente che è stato come un trampolino per la mia vita cristiana e per il servizio, e per questo do al Dio che fa queste meraviglie, la lode e la gloria da ora e in eterno.

 

Luciano