Libera dalla paura

Libera dalla paura

Libera-dalla-pauraDesidero ringraziare il Signore nostro Salvatore per la grazia e l’opportunità di poter raccontare dell’opera della salvezza che ha compiuto nella mia vita.
Circa ventitré anni fa, prima di conoscere il Signore, stavo attraversando un momento difficile della mia vita: avevo paura di tutto, della malattia, della morte e dentro di me sentivo un vuoto che mi faceva vivere male e di cui non riuscivo a capirne la causa. Ero sposata, avevo 25 anni e una bambina di due anni e mezzo: apparentemente non avevo nessuna ragione per sentirmi in quello stato; riuscivo comunque a mascherare bene il mio malessere e nessuno si accorse di nulla.
Un giorno d‘estate, io e mio marito decidemmo di andare a trovare i miei genitori in campeggio al mare; qui trovammo alcuni miei parenti e mia zia. Ci sedemmo tutti intorno al tavolo e a un certo punto venne offerta a mia zia una sigaretta, che lei però rifiutò dicendo che il Signore non solo l’aveva liberate dal fumo, ma aveva anche compiuto un’opera grande nella sua vita. Io rimasi in silenzio ad ascoltarla ma le sue parole toccarono il mio cuore. Mia zia parlava di un Dio reale, presente, che quando lei pregava si faceva sentire sussurrando e parlando al suo cuore. Questo era ciò di cui avevo bisogno: un Dio di fatti e non di parole! Mentre nella mia mente dicevo queste cose, un brivido percorse l’intero mio corpo dalla testa fino ai piedi, accompagnato da una forte sensazione al mio cuore. Parlai di questa cosa con mia zia ed ella mi rispose che il Signore stava toccando il mio cuore e voleva salvarmi; da quella volta in poi non la vidi più per parecchio tempo. Quattro mesi più tardi la incontrai per caso mentre andava in una tenda evangelica: mi invitò ad andarci insieme a lei e in quel momento nacque in me un forte desiderio di sentire parlare nuovamente del Signore, così accettai. Presi dunque la macchina e andai in tenda: durante il tragitto feci una preghiera dentro di me chiedendo al Signore che, se fosse stato possibile, si facesse sentire nel mio cuore quella sera, perché io lo stavo cercando. In tenda, i cantici e la Parola di Dio toccarono profondamente il mio cuore; durante la preghiera, una sorella usata dal Signore, diede un messaggio che diceva: “Così dice il Signore: tu che sei qui per la prima volta e desideri cercarMi con tutto il cuore, non temere, perchè tu sei mia! Vieni oggi a Me e troverai la salvezza”. Quel giorno il Signore parlò al mio cuore, andai all’appello e scoppiai a piangere per il grande amore e la pace che sentivo nel mio cuore: chiesi al Signore il perdono di tutti i miei peccati.
Giorno dopo giorno sperimentai il Signore nella mia vita. Dopo quattro mesi decisi di battezzarmi in acqua e dopo sei mesi ricevetti il battesimo nello Spirito Santo. Il Signore fece, e continua a fare, opere meravigliose nella mia vita. Mia madre si convertì un anno dopo, mio marito dopo sei anni, mentre la mia figlia più grande è convertita e serve il Signore. Gli altri due figli non hanno fatto ancora un’esperienza personale col Signore: la nostra preghiera è costante ma siamo fiduciosi che il nostro Signore continua a compiere opere grandi. Ringrazio il Signore per tutto quello che ha fatto e continua a fare nella mia vita; ho attraversato periodi difficili ma Egli non mi ha mai abbandonato. Giorno e notte cerco costantemente la Sua presenza in me; il Signore è misericordioso.
Egli è il nostro aiuto e il nostro scudo. In Lui, certo, si rallegrerà il nostro cuore, perché abbiamo confidato nel Suo santo nome. La Tua benevolenza, o SIGNORE, sia sopra di noi, poiché abbiamo sperato in Te” (Salmo 33:20-22).

A Dio sia tutta la gloria.

Emanuela