Io t’Amo Ineffabile – My Jesus, I Love Thee

Io t’Amo Ineffabile – My Jesus, I Love Thee

IO-TI-AMO-INEFFABILEn° 346 di Inni di Lode

Le parole del canto “Io t’amo ineffabile” furono scritte da William Ralph Featherson.
Non sappiamo molto della sua breve vita: nacque il 24 luglio del 1846 in una famiglia che frequentava la Saint James Methodist Church di Montreal, in Canada. Morì nella stessa città, poco prima del suo ventisettesimo compleanno.
William Ralph scrisse l’inno all’età di sedici anni, dopo la conversione; decise poi di inviarne una copia ad una sua zia residente a Los Angeles, forse Elizabeth Featherston.
L’amore espresso in quelle parole era profondo e vero, le parole di quella poesia sono durate più di un secolo oltre la vita di Featherson.
Successivamente, non se ne conosce esattamente il modo, forse fu la zia ad inviare la poesia in Inghilterra, dove venne inserita in forma anonima nel London Hymn Book.
Adoniram Judson Gordon (1836-1895, vedi foto), compositore battista che in quel periodo stava curando la pubblicazione di un innario, ritenne che l’inno andasse cantato su una melodia più appropriata di quella utilizzata dal London Hymn Book e ne compose una nuova, cioè quella attualmente conosciuta nel mondo evangelico. Scrisse che “in un momento di ispirazione, una nuova e bella aria stessa ha cantato per me”.
Il lavoro fu completato nel 1876, tre anni dopo la morte di Featherson, “Mio Gesù, ti amo” da allora è stata registrata nella maggior parte degli innari evangelici degli ultimi centotrenta anni, ed è amata e cantata da milioni di Cristiani ancora oggi.

 

A seguito il testo originale:

Gesù mio, io ti amo
Gesù, io ti amo, lo so Tu sei mio
Per te tutti i piaceri del peccato abbandono
Se non ti ho mai amato, Mio Gesù, lo faccio ora.

Ti amo, perché Tu mi hai amato per primo
Ed hai acquistato il mio perdono
Sulla croce del Calvario
Ti amo perché hai ricevuto le spine sulla Tua fronte
Se non ti ho mai amato, Mio Gesù, lo faccio ora.

Ti amo nella vita, ti amerò nella morte,
E ti loderò finché avrò respiro;
Fino a quando la rugiada della morte
Giacerà fredda sulla mia fronte,
Se non ti ho mai amato, Mio Gesù, lo faccio ora.

In palazzi di gloria e di gioia infinita
Adorerò nel cielo luminoso
Canterò con la corona scintillante sulla mia fronte
Se non ti ho mai amato, Mio Gesù, lo faccio ora.