“Voglio Raccontare” – “No One Ever Cared For Me Like Jesus”

“Voglio Raccontare” – “No One Ever Cared For Me Like Jesus”

Voglio-Raccontare-C.-F.-Weigle2-Inno n° 434 di Inni di Lode

Il cantico “Voglio a tutti raccontare” fu scritto da Charles Frederick Weigle, nato nel 1871 da un famiglia tedesca: il padre era un semplice panettiere, ma insieme a sua moglie erano molto timorati di Dio.
La famiglia Weigle era composta da dodici membri: cinque ragazzi e sette ragazze ed era una tipica famiglia tedesca. Da ragazzo, Charles Weigle era abituato a sentire suo padre pregare e, ogni mattina subito dopo colazione, si passava del tempo leggendo la Bibbia e adorando Dio in famiglia.
Charles passò molto tempo nella chiesa luterana e fin da giovane mostrò grande interesse per la letteratura.
Egli si convertì all’età di dodici anni, durante un risveglio nella piccola chiesa Metodista di LaFayette, che i suoi genitori stavano frequentando: in una notte comprese che sarebbe stato perso se non si fosse avvicinato a Dio, comprese che solo il sangue di Gesù poteva avvicinarlo al Padre e che Gesù era morto per lui ed aveva portato su di sé tutte le sue colpe, era il suo Avvocato perfetto.
Scrisse molti canti e predicò l’Evangelo, ma certamente il canto più conosciuto è “No one ever cared for me like Jesus”, che nacque dopo un periodo di forte stress per l’anima, causato da un problema familiare.
Una notte, mentre camminava sul molo vicino casa sua, un tremendo pensiero prese la sua mente: mettere fine al suo tormento personale saltando nel Golfo del Messico; ma alla fine desistette e tornò a casa.
Si sedette al pianoforte con questo pensiero in mente: “Gesù sa tutto di noi e Lui si preoccupa veramente per noi più di chiunque altro”.
In pochi minuti nacque un grande inno.
Nessuno è mai preoccupato per Me come Gesù! Mi piacerebbe dirvi quello che penso di Gesù. Da quando ho trovato in Lui un amico così forte e vero; vorrei dirvi come ha cambiato la mia vita completamente, ha fatto qualcosa che nessun altro amico potrebbe fare.

a

CORO:

Nessuno è mai preoccupato per me, come Gesù,
Non c’è nessun altro amico così gentile come Lui;
Nessun altro avrebbe potuto togliere il peccato
e lo sporco che erano in me,
Oh, quanta cura ha avuto per me.

Tutta la mia vita era piena di peccato,
quando Gesù mi ha trovato,
Tutto il mio cuore era pieno di miseria e di guai;
Gesù ha posto le Sue forti
e amorevoli braccia intorno a me,
E mi ha indicato la via da percorrere.

Ogni giorno egli viene a me rassicurandomi ancora,
Capisco sempre di più le sue parole d’amore;
Ma non saprò mai perché è venuto a salvarmi,
Fino a quando un giorno
vedrò il Suo volto benedetto lassù.