“Il Signore pensava alla santificazione del mio matrimonio …”

“Il Signore pensava alla santificazione del mio matrimonio …”

il-Signore-pensava-alla-....Mi chiamo Luisa Cassetta e ringrazio il Signore per la possibilità che mi dà di raccontare ciò che Egli ha fatto per me. Non sono nata in una famiglia cristiana ma, nonostante ciò, i miei genitori, fin dalla tenera età, mi hanno sempre trasmesso, a loro modo, il timore di Dio. Posso dire che ero molto religiosa, seguivo le attività comunitarie e cantavo nel coro della chiesa: insomma, agli occhi delle persone apparivo come una brava ragazza. Un giorno incontrai Antonio, di cui mi innamorai e con cui mi fidanzai e sposai, nonostante durante la nostra frequentazione avessi avuto modo di comprendere che i nostri caratteri erano molto diversi; ci sposammo il 12 luglio del 1980 ma, dopo tre mesi di matrimonio, presi la decisione di lasciarlo. In quel periodo mio cognato Carmine iniziò a parlarmi di Gesù, e devo ammettere che credevo di non avere bisogno di Lui, poiché mi consideravo una brava persona ma, nonostante ciò, cominciammo a frequentare la chiesa. Io consigliavo ad Antonio di andare ai culti con suo fratello perché volevo che cambiasse, cosi da non dover più divorziare, dato che io lo amavo. Il Signore salvò Antonio nel settembre del 1980 e, nel mese di ottobre dello stesso anno, salvò anche me. Dopo tre mesi di matrimonio, Dio iniziò a santificare la nostra unione: io pensavo al divorzio, mentre il Signore pensava alla santificazione del mio matrimonio. Nel mese di giugno del 1981, io e Antonio decidemmo di battezzarci in acqua e successivamente il Signore ci battezzò nello Spirito Santo: in questo modo Egli ci chiamò a servirLo. Negli anni il nostro matrimonio è stato benedetto da tre figli: Emanuele, Simone e Stefania; in particolare quest’ultima è arrivata dopo diciassette lunghi anni in cui ho pregato tanto e ringrazio Dio per aver risposto alla mia preghiera. In quegli anni ero molto felice, non mancava niente, ma il Signore decise di mettere alla prova la mia fede e fu così che, facendo un controllo, scoprii di avere un tumore al seno. La prova fu molto dura (ho affrontato diversi interventi e anche un ciclo di chemioterapia) però non persi la fiducia in Dio e nel momento in cui tentennavo, mi ripetevo che il Signore non prova mai al di là delle nostre forze! Grazie a Dio sono passati sette anni, trascorsi nella calma, e sono guarita, anche grazie alle preghiere di mio marito, dei miei figli e della chiesa. Ringrazio Dio anche perché, come molti di voi sapranno, mi ha dato la gioia e l’onore di vedere coinvolto mio figlio Emanuele nell’opera missionaria iniziata dalle ADI in Albania. Mio figlio Simone sta servendo Dio nella comunità di Vignate e anche mia figlia Stefania sta facendo delle belle esperienze nel Signore. Avendo fiducia nelle promesse di Dio (“Credi nel Signor Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia” Atti 16:31) e appoggiandoci a Lui che è un Dio fedele, possiamo dire, insieme, che io e la mia famiglia serviamo Dio.

Dio sia lodato!

 

Luisa