Il tempo della disciplina

Il tempo della disciplina

Beato l’uomo che Dio castiga!
E tu non disdegnare la correzione dell’Onnipotente! [Giobbe 5:17]

Dio ci corre e attraverso la Sua Parola. Tendi l’orecchio e ascolta la voce del Signore. Essa è il sale che risana, che raggiunge velocemente le ferite e le purifica. La Parola è la lampada con la quale il Signore scruta l’anima per potersi, infine, rivelare al cuore. Quelli che trascurano la Parola di Dio attirano a sé la Sua condanna e si dimostrano sordi alla voce della Sua disapprovazione. Una dopo l’altra, le facoltà spirituali vengono meno: la vista e l’udito perdono la loro sensibilità e la mano della fede si paralizza. La preghiera si muta in mera formalità, in una serie di formule ripetute meccanicamente, anziché l’espressione di una comunione vivente con Dio. I mezzi della grazia perdono la loro attrazione. Alla potenza racchiusa nel nome del Salvatore e alla dolcezza del Suo amore si sostituiscono sensazioni umane, esercizi intellettuali, dimostrazioni di retorica; mentre l’anima, totalmente dimenticata, rimane assetata. Adempiere l’opera del Signore diventa una fatica e un peso. Non c’è più quella fresca unzione dall’alto e la rugiada della Sua benedizione non scende più su di noi. La presenza e il favore di Dio diventano ricordi lontani, il peccato e l’indulgenza verso sé stessi sono tollerati con una sempre più crescente facilita. Questo tipo di persone va incontro a una miseria che ha ripercussioni sulla chiesa, sul pastore, sulla famiglia e, in generale, sul prossimo. Non c’è nulla di più triste di una persona che ha gustato la bontà del Signore, ma che ha preferito il mondo; di un uomo in cui ha dimorato lo Spirito Santo, ma che ora rimane nella solitudine più arida e che cerca invano chi possa occupare il vuoto del proprio cuore. Se ti riconosci in questa breve descrizione, ringrazia Dio per la Sua correzione e per la Sua pazienza. Egli desidera che tu torni a Lui con la preghiera: “Non respingermi dalla tua presenza e non togliermi il tuo santo Spirito” (Salmo 51:11). Il tempo della disciplina di Dio dipende da noi. Nel momento in cui ci attendiamo a Lui, Egli sarà lì, pronto ad accoglierci.