L’uomo Militante

L’uomo Militante

“La vita dell’uomo sulla terra è come quella di un soldato;
i suoi giorni sono simili ai giorni di un mercenario.” [GIOBBE 7:1]

Le prime parole del versetto ci ricordano che la vira dell’uomo sulla terra va intesa come una sorta di servizio militare. L’apostolo Paolo era arruolato tra le fila dei servitori di Cristo Gesù, che seguì il suo Dio fedelmente per tutti i giorni della sua vita. Per questo motivo alla fine, poté esclamare: “Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho conservato la fede. Ormai mi è riservata la corona di giustistia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno” (Il Timoteo 4:7, 8). E così avverrà per ognuno di noi se riconosceremo in Dio l’unico Padre per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo e, come tale Gli ubbidi remo rimanendo completamente a Sua disposizione.
Questo versetto di Giobbe ci porta molto lontano, fino all’immagine della milizia usata spesso da Paolo e, in particolare, con il giovane Timoteo. L’apostolo ha avuto a che fare fin troppo a lungo con i soldati romani nelle sue varie prigionie, perciò sa di che parla: totale dedizione, attaccamento al proprio comandante, lealtà al proprio esercito.Purtroppo, è doloroso osservare ancora oggi che la maggior parte degli uomini, soprattutto dei giovani, sprechi la propria vita dedicandosi al male e finisca, inoltre, i propri giorni privi di alcuna speranza. Il dio di costoro non è altri che l’iddio di questo mondo, che li ha resi schiavi e ciechi, che li ha attirati nel vortice della droga, del sesso e della violenza che generano soltanto distruzione e morte. A costoro vogliamo dire: “Ricordati del tuo Creatore nei giorni della tua giovinezza .. prima che la polvere torni alla terra com’era prima, e lo spirito torni a Dio che l’ha dato” (Ecclesiaste 12:3, 9).
Fratelli cari, in qualità di soldati arruolati nell’esercito celeste, lottiamo fedelmente fino alla fine, per ricevere in eredità la corona della vita, che il nostro Dio assegnerà a quanti hanno creduto e amato Gesù Cristo, il nostro Signore e Salvatore.