La Chiave del Successo

La Chiave del Successo

Riconcìliati dunque con Dio; avrai pace, ti sarà resa la prosperità. [GIOBBE 22:21]

Questo terzo discorso di Teman è suddiviso in due sezioni. La prima consiste in un’accusa ben definita nei riguardi di Giobbe. La seconda, invece, in un appello al patriarca affinché si riconcili con Dio. L’errore di Teman fu quello di abbandonarsi al giudizio con una spietatezza disgiunta da ogni autentico sentimento di carità e simpatia nei confronti del prossimo. Egli Stesso avrebbe potuto un giorno condividere la triste esperienza di Giobbe. Seppure usate a sproposito, le parole del nostro testo racchiudono la chiave del vero successo e la soluzione di tutti i problemi spirituali. Riconciliarsi con il Signore è la premessa irrinunciabile a ogni passo successivo nel cammino di un uomo. Possiamo raggiungere i traguardi più alti del successo, della ricchezza e della fama, ma se siamo in conflitto con il nostro Creatore, non otterremo mai quella pace interiore, ossia il desiderio profondo di ogni esistenza umana.
I versetti seguenti rivelano le condizioni per una reale riconciliazione con Dio: la legge divina, la Parola di Dio deve essere ricevuta, infatti, è detto: “Ricevi istruzioni dalla sua bocca …”(v. 22). Bisogna allontanarsi dall’iniquità e dal male: “… se allontani l’iniquità dalle tue tende, sarai ristabilito” (v. 23). Le ricchezze terrene devono essere collocate nella giusta scala dei valori, tipici di un credente consacrato a Dio. Allora il Signore manifesterà il proprio compiacimento e la Sua benedizione diverrà la vera ricchezza del credente. Le preghiere saranno esaudite e inizierà un’esistenza di vera prosperità spirituale, morale e, perché’ no, anche materiale, perché Gesù ha detto: “Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più” (Matteo 6:33).