Irriverenza Nella Casa Di Dio

Irriverenza Nella Casa Di Dio

“ Fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori dal tempio, pecore e buoi; sparpagliò il denaro dei cambiavalute, rovesciò le tavole, ” [GIOVANNI 2:15]

Gesù disapprova ogni comportamento irriverente nella casa di Dio!
Egli cacciò Fuori dal tempio quanti vendevano buoi, pecore e colombe dentro le sue mura. rovesciò i banchi dei cambiavalute e disse ai venditori di colombe: “Portate via di qui queste cose; smettete di fare della casa del Padre mio una casa di mercato”. In nessun’altra occasione del Suo ministerio terreno Lo vediamo agire in modo tanto energico, mostrando una giusta indignazione. Niente sembra aver provocato in Lui una tale manifestazione di giusta ira quanto la rozza irriverenza che i sacerdoti permettevano nel tempio, malgrado tutto lo zelo che ostentavano per la legge di Dio.
Questo passo avrebbe portarci ad esaminare in profondità il nostro cuore. Non ci sono forse persone che si professano cristiane e che nondimeno ogni domenica si comportano esattamente come questi giudei? Non c’è forse chi segretamente porta nella casa del Signore il proprio denaro, le terre, le case, il bestiame e tutta una serie di affari mondani? Non c’è nessuno che porta soltanto il proprio corpo nella casa di adorazione, permettendo alla mente di vagare fino ai confini della terra? Non c’è nessuno che sia “… immerso in ogni male, in mezzo all’assemblea e alla comunità”? (Proverbi 5:14). Moltitudini. temo, porrebbero rispondere affermativamente a queste domande.
Senza dubbio i nostri locali di culto sono molto diversi dal tempio giudaico. Non sono edificati secondo il modello divino. Non hanno altari né luogo santo. Gli arredi non hanno significato tipologico. Nondimeno sono luoghi in cui la Parola di Dio è letta e nei quali Cristo è presente in modo speciale. L’uomo che professa di adorare il Signore dovrebbe sicuramente comportarsi in essi con riverenza e rispetto. Colui che porta le faccende mondane nel luogo di adorazione fa esattamente quello che Cristo reputa una grande offesa Dio ci guardi da ogni forma di irriverenza!