La Nuova Nascita

La Nuova Nascita

“… In verità, in verità ti dico che se una non é nato di nuovo non può vedere il regno di Dio” [GIOVANNI 3:3]

Questo cambiamento di cuore è assolutamente necessario ai fini della salvezza, a causa della condizione corrotta in cui tutti, senza eccezione, siamo nati. “Quello che è nato dalla carne, è carne …”. La nostra natura è completamente decaduta. La mente carnale è nemica di Dio (cfr. Romani 8:7). Tutti veniamo al mondo senza fede, amore o timore nei confronti del Signore. Non abbiamo alcuna inclinazione naturale a servirlo o ad ubbidirgli e nessun piacere innato nel fare la Sua volontà… Se fosse lasciato a sé stesso, nessun figlio di Adamo si rivolgerebbe mai a Dio. La più vera descrizione del cambiamento di cui tutti necessitiamo per diventare veri credenti è l’espressione “nuova nascita”. Questo potente cambiamento, non dobbiamo mai dimenticarlo, non possiamo ottenerlo in virtù delle nostre capacità. Il nome stesso che il nostro Signore gli dà ne è una prova convincente: Egli lo definisce una nascita. Nessun uomo è autore della propria esistenza e nessuno è in grado di vivificare la propria anima come non possiamo aspettarci che un uomo morto impartisca vita a sé stesso, non possiamo neppure immaginare che l’uomo naturale divenga spirituale. E necessaria potenza dall’alto, la stessa potenza che creò il mondo (cfr. II Corinzi 4:6). L’uomo può fare molte cose, ma non può dare vita né a se’ stesso né agli altri. Donare la vita è una prerogativa peculiare di Dio. A ragione il Signore può dichiarare che dobbiamo nascere di nuovo.
Questa gloriosa trasformazione è innanzitutto una condizione senza cui non possiamo andare in cielo né potremmo godere il cielo se ci andassimo. Le parole di Gesù a questo proposito sono chiare ed esplicite. Il cielo può essere raggiunto senza soldi, posizione o istruzione, ma è chiaro come il giorno, dalle parole di Gesù, che nessuno può entrare in cielo senza una nuova nascita.