Uomo Come Noi

Uomo Come Noi

“Gesù dunque, stanco del cammino, stava così a sedere presso il pozzo” [GIOVANNI 4:61 ]
Gesù era “stanco del cammino”. Apprendiamo da questa, come da molte altre espressioni dei Vangeli, che il Signore aveva un corpo esattamente come il nostro.
La verità che abbiamo davanti è ricca di consolazione per tutti i credenti. Colui al quale i peccatori sono invitati ad andare, per trovare perdono e pace, è allo stesso tempo uomo e Dio. Egli aveva una vera natura umana quando viveva sulla terra. Abbiamo, alla destra di Dio, un Sommo Sacerdote che simpatizza con le nostre debolezze, perché Egli Stesso ha sofferto, essendo stato tentato… Quando gridiamo a Lui nel momento del dolore o della debolezza fisica, Egli sa bene cosa stiamo attraversando. Quando le nostre preghiere e lodi sono flebili per la stanchezza, Egli comprende la nostra condizione. Gesù conosce la nostra natura. Ha conosciuto per esperienza diretta cosa significhi essere uomo. Dire che Maria o chiunque altro possa simpatizzare con noi di più rispetto a quanto fa Cristo è ignoranza oltre che blasfemia. L’uomo Gesù può comprendere pienamente tutto ciò che appartiene alla condizione dell’uomo. I poveri, gli ammalati e i sofferenti hanno in cielo Uno che è non soltanto un Potente Salvatore, ma anche un Amico immensamente comprensivo. Oltre a ciò, la potenza e la capacità di simpatizzare con noi sono meravigliosamente combinate in Colui che morì sulla croce per l’intera umanità. Perché Egli è Dio, noi possiamo andare a Lui ~ stanchi e carichi e gettare il peso che grava sul nostro cuore su di Lui con una fiducia risoluta; scopriremo allora che Egli può darci quel riposo e pace che nessun altro è in grado di infondere in noi, perché conosce bene il nostro travaglio e le nostre sollecitudini. Questa è una buona notizia! Egli non è un Dio lontano e disinteressato ma il Signore della gloria che si è calato nei nostri panni, per capirci e salvarci. Gesù conosce le tue ambasce e desidera sollevare anche te.