Onorare il Figlio

Onorare il Figlio

“Perché il Padre ama il Figlio, egli mostra tutto quello che egli fa; egli mostrerà opere maggiori di queste, affinché ne restiate meravigliati”

[GIOVANNI 5:20]

Cristo Gesù, il Figlio di Dio, non fa nulla da Sé stesso, ma fa tutto ciò che vede fare dal Padre. Questo non significa, però, che Gesù è in qualche modo limitato nella Sua potenza, perché Egli è l’Onnipotente e in Lui e per Lui tutte le cose sussistono (Colossesi 1:17). Il brano di oggi vuole rivelarci, piuttosto, che Gesù stava umilmente facendo tutto quello che era nella volontà del Padre.

È meraviglioso considerare come il Figlio di Dio fosse in perfetta e continua comunione con il Padre; infatti, poteva fare le cose viste da Lui perché è partecipe dell’intima e profonda natura del Padre. In questo rapporto di sottomissione e integrazione, il Padre onora il Figlio e Lo chiama a compiere le Sue stesse opere. Ma il Figlio è onorato anche da quanti, meravigliati per le potenti opere compiute, credono che Egli è il Cristo, il Figlio del Dio vivente (Matteo 16: 16).

Analogamente, anche noi, chiamati a lavorare nella Sua vigna, dobbiamo onorare Gesù compiendo le Sue opere. Un giorno i discepoli si meravigliarono poiché facevano le stesse opere del loro Maestro e in quell’occasione, Egli promise loro che ne avrebbero fatte di maggiori (Luca 10: 17-20).

Se vogliamo fare le opere di Gesù, è indispensabile che le vediamo prima operare da Lui stesso, e per vederle, dobbiamo stargli vicino, dobbiamo vivere in Lui. Come il tralcio staccato dalla vite non può portare frutto, cosi noi; se non siamo uno con Cristo, non possiamo operare alla Sua gloria.

Nel nome di Gesù i malati sono guariti, gli infermi sono ristabiliti, i peccati perdonati e tutti onorano il Figlio e il Padre che ce Lo ha donato. Al Signore Gesù Cristo, nostro Salvatore e Redentore e a Dio Padre sia tutta li gloria e l’onore nei secoli dei secoli!