Insegnamenti Preziosi

Insegnamenti Preziosi

Nel suo collo risiede la forza, davanti a lui si fugge terrorizzati [GIOBBE 41:14]

In questo brano le peculiarità del coccodrillo sono menzionate perché il lettore ne possa trarre ammaestramenti preziosi… Dopo aver posto l’accento sulle prerogative di questo animale, la Bibbia afferma risolutamente che è vana la speranza di chi lo assale.
“Davanti a lui si fugge terrorizzati”, tale è la descrizione del timore che pervade le altre creature quando il coccodrillo fa la sua apparizione.
Se ogni tentativo di assalire questo rettile è destinato all’insuccesso, quanto più sarà inutile pretendere di lottare contro Dio, il suo Creatore. Giobbe stava commettendo proprio questo errore: la sua sfida rivolta a Dio rasentava l’assurdo. In pratica, egli pretendeva di collocarsi allo stesso livello del Signore; un santo timore è, invece, la giusta reazione di fronte alla presenza e alla manifestazione divina.
La Bibbia mostra chiaramente quale dev’essere il rispetto reverenziale da mantenere dinanzi al Signore. Gli angeli fedeli, che hanno serbato la loro integrità primitiva, si esprimono così: “A colui che siede sul trono, e all’Agnello, siano la lode, l’onore, la gloria e la potenza, nei secoli dei secoli” (Apocalisse 5:13).
I demoni, invece, sono presi dal panico: “Quando vide Gesù da lontano, corse, gli si prostrò davanti e a gran voce disse: Che c’è fra me e te, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Io ti scongiuro, in nome di Dio, di non tormentarmi” (Marco 5:6, 7).
I credenti dinanzi alla presenza di Dio esultano di gioia: “… per voi che avete timore del mio nome spunterà il sole della giustizia, la guarigione Sarà nelle sue ali; voi uscirete e salterete, come vitelli fatti uscire dalla stalla” (MalaChia 4:2).
Gli empi, invece, tremeranno dinanzi al Signore: “Egli parlerà loro nella sua ira, e nel suo furore li renderà smarriti” (Salmo 2:5).
Tutti siamo invitati a servire il Signore con timore e a gioire con tremore.