Il Liberatore Potente

Il Liberatore Potente

Egli tese dall’alto la mano e mi prese, mi trasse fuori dalle grandi acque [SALMO 18:16]

Quante volte nella storia del popolo ebreo, riportata nell’Antico Testamento, si fa riferimento a un “potente Liberatore” suscitato da Dio in favore del Suo popolo! Nel Salmo 18, però, Dio Stesso è indicato come diretto e personale liberatore di quelli che si trovano in gravi difficoltà. Nei salmi, come in altri testi biblici, si fa poi riferimento a un Liberatore e Salvatore che deve venire da Sion [Gerusalemme], il Messia, l’ Unto del Signore. Ora noi annunciamo che il Liberatore, il Salvatore è venuto!
Stavamo naufragando in un mondo di peccato, quando la mano potente e amorosa di Dio ci ha afferrato per salvarci. Un “potente nemico” ci voleva distruggere, ma da Sion, dalla città celeste, il Salvatore Gesù Cristo è venuto in nostro soccorso e ci ha reso liberi dalla schiavitù del peccato. Come non riconoscere in Gesù il “potente Liberatore”. Egli stesso Dio, Colui che dichiara di essere venuto per liberare i prigionieri e gli oppressi?
Il cristiano deve acquisire una visione più realistica dei mali che lo minacciano e lo affliggono e, allo stesso tempo, rendersi conto che non è alle circostanze, agli strumenti 0 alle persone che dobbiamo guardare, bensì al vero avversario che le muove per imparare a combatterlo e a respingerlo (cfr. Efesini 6:12). Scopriremo cosi, che non sono le energie fisiche o quelle psichiche idonee per vincere, ma quelle spirituali di cui abbiamo urgentemente e costantemente bisogno. Ogni volta che siamo assaliti dalle forze del male, dobbiamo far ricorso al “patente Liberatore” ponendo fede in Chi ha già vinto. Una precisa condizione viene, però, posta a chi vuol godere il beneficio di simili liberazioni: bisogna esserGli graditi (v. 19). Davide attribuisce la benedizione ricevuta alla sua ubbidienza a Dio, al fatto di aver osservato le Sue vie. Ora noi conosciamo la Via per eccellenza: Gesù Cristo, e vogliamo seguirla osservando i Suoi insegnamenti, poiché questo è l’unico mezzo per dimostrare la nostra fede e per realizzare le Sue liberazioni.