Vero appagamento

Vero appagamento

“Nell’ultimo giorno, il giorno più solenne della festa, Gesù stando in piedi esclamò: ‘Se qualcuno ha sete, venga a me e beva’ [GIOVANNI 7:37]

Le parole di Gesù sono “Spirito e vita” e tutte le volte che le leggiamo, ci danno un senso di appagamento. Chissà quante volte avremo incontrato questo versetto, chissà quante voltr avremo sentito un predicatore commentarlo, eppure ancora una volta ci sentiamo spinti ad esclamare: ‘Signore dissetaci. ‘”.

Queste parole sono per noi:

Un invito! Un invito che Gesù rivolge a tutta l’umanità. Egli è il Signore che chiama, che invita il mondo a venire a Lui: “Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo” (Matteo 11:28) Gesù è un Signore amorevole, vuole che“ tutti” giungano a ravvedersi; Cristo non rifiuta nessuno! Colui che viene a me, non lo caccerò fuori” (Giovanni 6: 37). Come possiamo rifiutare un invito così amorevole?

Un incoraggiamento! Non soltanto a venire, ma anche a “bere”.

Cristo sa dissetare l’anima che Lo ricerca con il cuore. Egli ci chiama e ci dona un’acqua preziosa, incoraggiandoci quando ci troviamo nelle prove. Alla fonte della Parola di Dio ogni nostro problema viene risolto, e riceviamo nuovo vigore per riprendere il cammino verso il cielo. È importante meditare la Parola del Signore ogni giorno, perché e per noi come la rugiada sui campi.

Una promessa! La promessa di essere dissetati: “… Chi beve dell’acqua che io gli darò, non avrà mai più sete …” (Giovanni 4: 14).

Cristo ha per noi parole di vita eterna, che sanno dissetare la nostra anima e non ci spingono più a ricercare affannosamente altrove.

Una promessa di essere dissetati, ma anche una promessa di divenire fonti di acqua viva. “Chi crede in me fiumi d’acqua viva sgorgheranno dal suo seno” (v. 38). Quali meravigliose parole sono queste! Cristo ci ama, ci ristora, ci disseta e ci rende fonti zampillanti vita eterna.