Il Buon Pastore

Il Buon Pastore

Il SIGNORE è il mio pastore: nulla mi manca [SALMO 23:1:]

Davide, scrittore di uno dei salmi più conosciuti e apprezzati dal popolo di Dio, era ben consapevole di quello che intendeva dire scrivendo: “Il SIGNORE è il mio pastore”, ché egli Stesso, quand’era ancora un “ragazzo biondo e di bell’aspetto” (I Samuele 17:42), aveva curato il gregge di Isai, suo padre, conducendolo verso verdi pascoli, acque tranquille, lungo sentieri sicuri e difendendolo da orsi e leoni che cercavano di sbranare le pecore (cfr. I Samuele 17:34-36).
Sicuramente, quando scrisse queste parole, Davide si sarà sentito come una delle pecore di quel gregge, riconoscendo Dio stesso come Sommo Pastore, nello stesso che: “Quando ha messo fuori tutte le sue pecore, va davanti a ora, e le pecore lo seguono, perché conoscono la sua voce” (Giovanni 10:4). Il sentimento più forte che traspare da questo salmo è quella fiducia, quella tranquillità, quell’incrollabile certezza che non soltanto Davide, ma anche tu puoi sperimentare quando “riponi la tua sorte nel Signore” (Salmo 37:5).
Credi con tutto il tuo cuore che, come Dio guidò Davide, Egli saprà condurre anche te? Che si prenderà cura proprio del tuo problema? Egli sa quando è giunto il momento di farti riposare perché conosce la tua forza; sa quando è ora di portarti lungo le acque calme perché tu riprenda fiato e per condurti in pascoli abbondanti, affinché tu possa prosperare; quando sarà necessario, ti prenderà in braccio perché forse sei ancora un “agnellino”, eppure sei ferito .. ma tutto questo Lui lo sa!
Forse proprio ora mi attraversando la valle dell’ombra della morte, non temere caro fratello, Lui, l’Onnipotente, è con te! Forse hai dei nemici che ti odiano: attendi con fiducia e vedrai la Sua liberazione! Credi in tutto questo? Se la risposta è affermativa, allora coraggio, inizia a dimostrarlo a te stesso e al Signore. Non farlo aspettare!