Percorsi Di Vita

Percorsi Di Vita

“Io sono la porta; se uno entra per me, sarà salvato,
entrerà e uscirà, e troverà pastura”
[Giovanni 10:9]

Tra le altre cose, in questo brano della Scrittura possiamo notare alcune particolarità proprie della vita di ogni vero credente che segue Gesú. Questi entra per la “Porta”, scegliendo così una via ben definita. Avendo conosciuto il Salvatore, Lo accetta decidendo di incamminarsi lungo la via della volontà di Dio, e percorrendola trova davanti a sé una porta aperta: la porta della salvezza e della realizzazione dell’amore del Signore; la porta della grazia che lo introduce nella presenza dell’Iddio della liberazione. Giunto alla presenza del Signore ode la Sua voce e può ascoltare finalmente parole di vita eterna.
Il credente sa di essere conosciuto personalmente, non si sente mai solo ed abbandonato e ha la certezza di trovarsi in ogni momento sotto lo sguardo e la protezione divina.
Il fatto che il Buon Pastore conosca le Sue pecore personalmente, ci rivela il particolare rapporto che intercorre tra un vero credente e il suo Dio. Già soltanto questo dovrebbe spingerci ad amare e servire il Signore con più zelo e ardore.
Il Buon Pastore, inoltre, conduce le Sue pecore precedendole nel cammino e proteggendole così da ogni pericolo.
Che meraviglia essere condotti da una tale infallibile guida! Gesú è il Buon Pastore per eccellenza, Egli ci ama di un amore tenero ed eterno. Il Figlio di Dio ci guiderà per pascoli verdeggianti e lungo le acque quiete per amore del Suo nome (Salmo 23:2, 3).
I redenti conoscono la Sua voce e si guardano bene dal prestare ascolto ad altri, non cedono al richiamo delle lusinghe che vengono dall’esterno.
Quanti conoscono Gesú cercano di rimanergli costantemente vicino: Egli è il solo che li ami veramente, che abbia interesse per loro e li conduca alla meta promessa.

Passi di: J. C. Ryle – C. H. Spurgeon. “Il Tesoro degli Scritti di Giovanni”. iBooks.