Lezione Della Malattia

Lezione Della Malattia

“Or Gesú amava Marta e sua sorella e Lazzaro”
[Giovanni 11:5]

In questo passo troviamo prove convincenti della potenza divina del Signore Gesú. Persino la tomba Gli concede i suoi abitanti. Da nessun’altra parte troviamo dimostrazioni tanto sorprendenti della capacità di Gesú di simpatizzare con i Suoi. In quanto uomo, Egli può essere toccato dal sentimento delle nostre infermità.
Questo miracolo avvenne verso la fine del Suo ministerio. Era opportuno che la vittoria di Betania precedesse immediatamente la crocifissione al Calvario. Questi versetti ci insegnano che i veri credenti possono ammalarsi come tutti gli altri. Leggiamo che Lazzaro di Betania era uno di quelli che Gesú amava, il fratello di due donne ben conosciute per la loro devozione. Eppure Lazzaro si ammalò e tanto gravemente da morire. Il Signore Gesú, che ha potere su ogni malattia, avrebbe certamente potuto evitare quell’infermità, se l’avesse ritenuto opportuno. Ma Egli non lo fece. Gesú permise che Lazzaro si ammalasse e fosse nel dolore e nella debolezza come ogni altra persona perché, in ogni caso, Egli ha sempre un piano migliore del nostro e sa trarre gloria a Dio anche dalle situazioni più disperate e apparentemente irrisolvibili.
Dovremmo scolpire questa lezione nella nostra memoria. Vivendo in un mondo pieno di malattia e di morte, ne avremo sicuramente bisogno. Il nostro corpo e l’anima sono uniti insieme in modo insolito, al punto che ciò che attacca e indebolisce il corpo difficilmente non ha effetto sulla mente e sull’anima. Dobbiamo ricordare, però, che la malattia non è indice della disapprovazione divina sulla nostra vita, anzi, generalmente viene mandata per il bene della nostra anima. Essa tende a distogliere i nostri affetti da questo mondo per dirigerli alle cose di sopra. Ci spinge ad aprire la nostra Bibbia e ci insegna a pregare più intensamente. Saggia la nostra fede e pazienza e ci mostra il vero valore della nostra speranza in Cristo. Ci ricorda che non vivremo per sempre e sintonizza e allena il nostro cuore per questo grande cambiamento. Crediamo che il Signore Gesú ci ama quando siamo ammalati come quando stiamo bene!