Privilegi, Responsabilità e Pericoli

Privilegi, Responsabilità e Pericoli

“Gesú dunque, sei giorni prima della Pasqua, andò a Betania
dov’era Lazzaro che egli aveva risuscitato dai morti”
[Giovanni 12:1]

Cristiani non si nasce, si diventa. Quando, per opera di Dio, un uomo “nasce di nuovo”, egli è una nuova creatura. In questo passo biblico possiamo notare:
Il privilegio del cristiano. Pochi giorni prima Gesú aveva risuscitato Lazzaro. Tornato a Betania, Maria e Marta Gli offrirono una cena; che immenso privilegio fu per Lazzaro trovarsi in quell’occasione alla presenza di Gesú! Egli, mentre godeva della vita che il Maestro gli aveva ridonato, aveva la certezza dell’onnipotenza di Cristo e tutto questo lo rassicurava per il futuro. Il credente che è stato risuscitato da Dio, viene a contatto con la meravigliosa realtà della comunione con Cristo e non teme più alcun male, poiché ha imparato a confidare nel suo Salvatore.
La responsabilità del cristiano. Maria, Marta e Lazzaro, non soltanto offrirono una cena a Gesú, ma ognuno di loro svolse puntualmente il proprio servizio: Marta serviva a tavola, Maria, seduta ai Suoi piedi, Lo adorava e Lazzaro era lo strumento di cui Dio si era servito per chiamare altre anime a Sé. Troviamo scritto, infatti: “Perché, a causa sua, molti Giudei andavano e credevano in Gesú” (v. 11). Ogni credente deve prodigarsi secondo il dono ricevuto da Dio ed è chiamato a utilizzarlo in favore di quanti vivono ancora lontani da Cristo.
Il pericolo del cristiano. Quando i capi sacerdoti si accorsero che molti andavano a vedere Lazzaro e credevano in Gesú, decisero di ucciderlo. Scopriamo così che operando per il Signore, si va spesso incontro a pericoli e difficoltà. L’esperienza ci insegna che molti testimoni di Cristo sono stati considerati pazzi, altri sono stati ingiuriati ed altri ancora uccisi. Ma i pericoli che incontriamo come seguaci di Cristo non sono nulla di fronte al privilegio della comunione e del servizio al quale Dio ci ha chiamati.”

Passi di: J. C. Ryle – C. H. Spurgeon. “Il Tesoro degli Scritti di Giovanni”. iBooks.