Un Salvatore Perfetto

Un Salvatore Perfetto

“… viene il principe di questo mondo. Egli non può nulla contro di me”
[Giovanni 14:30]

Osserviamo l’onnipotenza di Cristo. Egli dichiara: “Egli non può nulla contro di me”. Il significato di queste importanti parole ammette un’unica interpretazione. Il Signore Gesú voleva che i discepoli sapessero che Satana, il principe di questo mondo, stava per sferrare l’ultimo e più violento attacco contro di Lui. Stava raccogliendo le proprie forze per l’assalto più tremendo. Stava per presentarsi, con la massima malvagità, per tentare l’ultimo Adamo nel giardino del Getsemani e sulla croce del Calvario. Ma il Maestro dichiara: “Egli non può nulla contro di me”. Non c’è nulla a cui l’avversario si possa attaccare: Gesú non ha scheletri negli armadi, nulla di cui si possa incolpare. Non c’è alcun punto debole, nessun difetto nel nostro divino Maestro. Nel deserto il diavolo Lo ha tentato, ma senza alcun successo. Cristo Gesú ha osservato la Parola del Padre e ha compiuto l’opera che Gli ha affidato. Satana, quindi, non ha appigli. Non può sollevare alcuna accusa, né tantomeno condannare il divino Salvatore. Gesú esce a testa alta da ogni confronto. Ai farisei ipocriti, che cercavano di coglierlo in fallo, dirà: “Chi di voi mi convince di peccato?” (Giovanni 8:46).
Egli è l’unico in cui Satana non abbia trovato nulla. Nel cuore di Adamo ed Eva trovò debolezza. Si presentò a Noè, Abraamo, Mosè, Davide e a tutti i santi e trovò in essi delle imperfezioni. Ma giunto a Cristo non trovò assolutamente nulla. Egli è l’Agnello senza difetto né macchia; il Perfetto che ha provveduto una salvezza perfetta!
Noi abbiamo un Salvatore perfetto e senza peccato, la Sua giustizia è una giustizia perfetta e la Sua vita irreprensibile. In noi stessi e nelle nostre azioni scopriremo che tutto è imperfetto e, se dovessimo fare affidamento sulla nostra bontà, avremmo motivo di disperare, ma in Cristo abbiamo un Salvatore perfetto. Perciò possiamo dichiarare, trionfanti, con l’apostolo Paolo: “Chi accuserà gli eletti di Dio?”. Cristo è morto per noi e ha sofferto al posto nostro. In Lui Satana non può trovare nulla e noi in Lui ci nascondiamo.