Il Benefico Effetto Della Prova

Il Benefico Effetto Della Prova

“… e ogni tralcio che dà frutto, lo pota affinché ne dia di più”
[Giovanni 15:2]

Il Signore accresce la santità dei Suoi figli anche mediante quello che permette accada nella loro vita; opera dei tagli nella loro vita per sfrondarli da tante cose inutili e per alleggerirli da pesi superflui. Il significato di questo versetto è chiaro: come il vignaiolo pota e taglia i tralci di una vite che porta frutto, per renderli maggiormente fruttuosi, così Dio purifica e santifica i credenti mediante le circostanze della vita nelle quali Egli li pone.
La prova è uno degli strumenti attraverso cui il nostro Padre celeste ci rende più santi. Mediante di essa Egli ci mette nella condizione, non soltanto di maturare e rafforzarci nella fede, ma di compiere la Sua volontà portando frutto alla Sua gloria. Mediante la prova ci svezza dal mondo, ci attira di più a Cristo, ci induce a conoscere maggiormente la Bibbia e a pregare. Quando il Signore opera dei tagli nella nostra vita, inoltre rivela la condizione del nostro cuore e ci rende umili. Questo è il processo mediante il quale Egli “pota” e rende più produttivi i Suoi servitori. La vita dei santi in ogni epoca è il migliore commento al testo. Non troviamo mai un santo, nell’Antico o nel Nuovo Testamento, che non sia stato purificato dalla sofferenza e che, come il Maestro, non sia stato un uomo di dolore. Clemente di Alessandria e altri scrittori eminenti fanno notare che il tralcio che non subisce una radicale potatura è particolarmente soggetto a indurirsi e a non portare frutto.
Impariamo ad essere pazienti nei giorni dell’oscurità, sapendo di avere questa vitale unione con Cristo. Ricordiamo la dottrina espressa da questo passo e non lamentiamoci né mormoriamo per le prove. Esse non vengono per il nostro male, ma hanno lo scopo di farci del bene. Dio ci corregge “… per il nostro bene, affinché siamo partecipi della sua santità” (Ebrei 12:10). Il nostro Maestro desidera vedere il frutto in noi e non risparmierà la cesoia quando ne avremo bisogno, nell’ultimo giorno scopriremo che “… Egli ha fatto ogni cosa bene …”