Vedere Gesú

Vedere Gesú

“Tra poco non mi vedrete piú; e tra un altro poco

mi vedrete perché vado al Padre”

[Giovanni 16:19]

 

Questo versetto, insieme a quelli che seguono, mettono in evidenza la nuova relazione nella quale i discepoli si troveranno da ora in poi con il loro Signore. Dopo un periodo di amaro dolore, scaturirà da quel medesimo dolore una grande allegrezza, la quale deve diventare sempre più completa.

Gesú qui si esprime in modo alquanto enigmatico e lo fa deliberatamente; le Sue parole presentano un’apparente contraddizione superficiale con quelle di Giovanni 14:19 dove dice: “… il mondo non mi vedrà più; ma voi mi vedrete …”; questa contraddizione spiega la perplessità di alcuni discepoli e la loro domanda del versetto 17. In Giovanni 14:19, il Signore mette in contrasto il mondo con i Suoi discepoli; qui il contrasto è piuttosto fra due periodi diversi nell’esperienza dei discepoli medesimi. I due verbi “vedete”, e “contemplate”, non sono coordinati: il primo significa visione fisica, il secondo indica, inoltre, una visione spirituale. Il primo di questi periodi, fissato dalla parola “tra poco”, ebbe inizio alla morte di Gesú e terminò con la Sua risurrezione; il secondo ebbe principio alla risurrezione, dopo la quale i discepoli Lo contemplarono per un tempo con gli occhi fisici, ma ciò ebbe un adempimento più compiuto nell’alto solaio quando soffiò su loro lo Spirito Santo e a Pentecoste quando la presenza spirituale di Cristo venne completata mediante il dono dello Spirito. Essa, quindi, avrà la sua consumazione finale, quando Cristo apparirà per la seconda volta “… nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli …” (Matteo 16:27).

“Ecco, egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribú della terra faranno lamenti per lui. Sí, amen” (Apocalisse 1:7), vedrai il Signore Gesú come tuo Salvatore o come tuo giudice?

Possa anche tu oggi aprire gli occhi della fede per vedere Cristo morto sulla croce che ti offre il dono della vita eterna: basta uno sguardo di fede ed Egli sarà potente di salvare anche te.

 

Lettura biblica: Giovanni16:16-24 [vd. Giovanni 12:20-26]