La Preghiera Di Gesú

La Preghiera Di Gesú

“Gesú disse queste cose; poi, alzati gli occhi al cielo, disse: ‘Padre,

l’ora è venuta; glorifica tuo Figlio, affinché il Figlio glorifichi te’”

[Giovanni 17:1]

 

Questo versetto introduce quella che è stata definita la “Preghiera Sacerdotale” di Gesú; nome perfettamente appropriato, poiché, essendo Egli venuto in terra, quale sommo sacerdote per offrire Sé stesso come sacrificio per il peccato, a Lui pure appartiene l’ufficio di intercessore, che prosegue tuttora nella presenza di Dio, in favore dei Suoi. Questa preghiera è un esempio notevole e pieno di grazia di tali verità eterne. La pronunziò ad alta voce per far conoscere alla Chiesa quaggiù in quale opera Egli sarebbe stato continuamente impegnato nel santuario dei cieli. Pur parlando a Dio, parlava pure a quelli che Lo udivano, e che voleva iniziare a quell’intima comunione con il Padre.

È la preghiera più lunga di Gesú che ci venga ricordata, e il capitolo che la contiene è forse il più prezioso di tutta la Bibbia. Il linguaggio usato è di una semplicità e di una chiarezza mirabili; le sue espressioni sono profonde e sublimi; essa respira l’affetto e la tenerezza, più che il trionfo: il pensiero centrale che l’unifica tutta quanta è la gloria di Dio. Un commentatore della Bibbia osserva che “è una preghiera dopo un sermone, una preghiera dopo un ordinamento, una preghiera fatta in famiglia …”, si tratta di un perfetto esempio di richiesta d’intercessione. È una preghiera compenetrata dall’unico pensiero di glorificare Dio anche in tutti quelli per i quali Gesú intercederà successivamente, mediante l’adempimento del piano eterno del Padre in ciascuno di loro, e la loro unione per il compiuto, spirituale ed eterno legame di amore tra il credente e Dio stesso.

Questa è la preghiera che ha elevato per te e me, e il senso di questa sublime intercessione è quello di vedere la gloria di Dio manifestarsi con potenza affinché Egli sia conosciuto e rivelato nella vita del credente: possa anche tu essere una risposta alla preghiera del divino Maestro e realizzare la gloria della Su presenza nella tua vita.

Lettura biblica: Giovanni 17:1-5 [vd. Ebrei 8:1-7]