Uniti Nell’Amore

Uniti Nell’Amore

“Io non sono più nel mondo, ma essi sono nel mondo,

e io vengo a te. Padre santo, conservali nel tuo nome,

quelli che tu mi hai dati, affinché siano uno, come noi”

[Giovanni 17:11]

 

Mai si sono udite parole più accorate e amorevoli, niente è così “carico d’amore” come la preghiera che Cristo eleva al Padre in questo capitolo. Un’intensa preghiera di intercessione per ogni credente, poiché Gesú disse: “Non prego soltanto per questi, ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola” (v. 20).

Fu una preghiera in crescendo, fino all’esclamazione: “Affinché siano uno come noi”. Sono parole che ci lasciano senza fiato. Non possiamo comprendere realmente la profondità dei sentimenti del Signore; Gesú, infatti, sta parlando dell’unità dei Suoi redenti come del legame fra Sé e il Padre. Certo, ciò può stupire, ma nella mente del Figlio di Dio l’idea era chiara: la Sua Sposa, la Chiesa dei redenti è una cosa sola, unita al punto da non rendere inadeguato un paragone simile.

“Conservali nel tuo nome”. È grazie a questa preghiera che la Chiesa di Cristo è stata preservata nel corso dei secoli dal male e dalla corruzione. Il Padre ha risposto e continua a rispondere al Figlio, spargendo lo Spirito Santo sui fedeli; Egli ha generato, risvegliato e consolato la Chiesa fino ai nostri giorni, e la Sua meravigliosa opera unisce ancora i credenti rendendoli “uno”.

Lo Spirito Santo effonde su di noi l’amore di Dio, attraverso il quale l’unità della Chiesa diventa reale. Soltanto amandoci gli uni gli altri come Gesú ha amato noi, però, la preghiera del Salvatore sarà appieno compiuta. Per attuare questo meraviglioso piano è infatti necessaria anche la nostra collaborazione. Le nostre forze sono insufficienti, ma abbandoniamoci nelle mani del Padre, secondo la preghiera del Figlio, ed Egli ci preserverà e ci modellerà ad immagine del nostro glorioso Redentore. Lasciamo che Egli operi con potenza per far sì che l’amore di Dio cresca in noi e ci renda sempre più uniti, per arrivare a quell’alto traguardo che Cristo ci ha posto davanti: amarci di quello stesso amore che intercorre fra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

 

Lettura biblica: Giovanni 17:6-12 [vd. Filippesi 2:1-5]