L’Odio Del Mondo

L’Odio Del Mondo

“Io ho dato loro la tua parola; e il mondo li ha odiati,

perché non sono del mondo, come io non sono del mondo”

[Giovanni 17:14]

 

Qui abbiamo un’altra ragione per la preservazione dei discepoli, mediante la potenza del Padre: aver ricevuto la Parola di Dio, per annunciarla fino alle estremità della terra, li ha resi odiosi al mondo. Se fossero rimasti nell’oscurità, nel silenzio, avrebbero potuto vivere nella fede, senza essere molestati dal mondo; ma predicando nel nome di Cristo, e vivendo secondo il Suo esempio, non potevano mancare di essere odiati da quello stesso mondo che aveva odiato il loro Maestro fin dal principio, perché la progenie del serpente, in tutti i tempi, ha fatto guerra alla progenie della donna. Infatti, per quale altra ragione il Signore Gesú fu incompreso, perseguitato e odiato, se non perché Egli è la Parola di Dio, la Verità, la Giustizia e la Pace? In altri termini Egli è l’esatto opposto di tutto quello che il mondo vuole essere.

Gesú è la Parola di Dio data a noi e per noi: accettandola riceviamo Lui stesso nella nostra vita e dimorando in essa acquisiamo le stesse caratteristiche di Cristo, cioè l’amore per la verità, la giustizia e la pace; siamo così spinti, con l’aiuto dello Spirito Santo a praticare e predicare le cose in cui crediamo. A queste realtà, però, si oppone lo spirito del mondo che ama la menzogna piuttosto che la verità, la giustizia umana più di quella divina, la violenza più della pace, dando luogo ad un conflitto insanabile. Gesú, nella Sua onniscienza, ha perciò chiaramente dichiarato che il mondo avrebbe odiato i Suoi discepoli proprio a causa della Parola. È Gesú stesso, “la Parola fatta carne”, che vive in loro portando frutto alla Sua gloria per la salvezza delle anime. Questo contrasto, perciò, si fa sempre più aspro e difficile, e saremmo destinati a soccombere se dovessimo combattere soltanto con le nostre forze. Ma siano rese grazie a Dio per Gesú Cristo nostro Salvatore, che, conoscendo le opposizioni cui i Suoi discepoli sarebbero andati incontro, ha pregato per loro e per noi.

Quella preghiera è garanzia di un trionfo sicuro. Dio ci ama e in Cristo ci dona fede, perseveranza e vittoria.

 

Lettura biblica: Giovanni 17:13-26 [vd. I Tessalonicesi 2:13-16]