Santificazione e Parola

Santificazione e Parola

“Santificali nella verità: la tua parola è verità”

[Giovanni 17:17]

 

Il verbo santificare, ha un significato alquanto diverso nell’Antico e nel Nuovo Testamento, ma qui li riunisce entrambi. La parola ebraica per “santificare” è generalmente usata nel senso di “mettere da parte”, o “consacrare per un ufficio”. Così i sacerdoti erano santificati, quando venivano messi da parte, mediante l’unzione, per il servizio di Dio nel tempio. Tale consacrazione Gesú dice averla ricevuta Lui stesso dal Padre, prima di venire a noi: “… colui che il Padre ha santificato e mandato nel mondo …” (Giovanni 10:36), e qui domanda lo stesso per i discepoli: siano anch’essi separati dal mondo e dedicati al servizio di Dio.

Nel Nuovo Testamento, santificare, pur includendo la consacrazione al servizio del Signore, significa più specialmente “rendere puro”, “lavare dal peccato” e perciò Gesú chiede al Padre che, come i Suoi discepoli di allora la Sua chiesa oggi, sia dotata di potenza, coraggio, amore, purezza, gioia, per la virtù dello Spirito Santo, nella santità.

Dobbiamo altresì notare che il mezzo o l’elemento che opera questa santificazione è la verità, cioè la verità rivelata proveniente dal Padre, incarnata nel Figlio e da questi proclamata al mondo. In tale verità il credente viene introdotto, da tale verità egli è trasformato; perché la verità non è soltanto la potenza da cui è mosso internamente, è l’atmosfera nella quale vive. Così il Signore domanda che i Suoi siano fatti progredire nella santificazione, mediante l’azione ogni giorno sempre più diretta ed efficace della verità nel loro cuore e nella loro vita.

Se permettiamo alla Parola di operare con potenza in noi, il nostro carattere crescerà in santità. La santificazione dall’esterno mediante l’austerità, l’ascetismo o una serie di riti formali, infatti, è un’illusione. La vera santificazione comincia dal cuore. Da qui l’enorme importanza di leggere regolarmente la Parola scritta e ascoltare la Parola predicata. Farlo non potrà che promuovere costantemente la nostra santificazione. I credenti che trascurano la Parola non potranno crescere nella santità e nella vittoria sul peccato.

 

 

Lettura biblica: Giovanni 17:13-26 [vd. Galati 6:11-18]