Assetati Di Dio

Assetati Di Dio

“Io infatti spanderò le acque sul suolo assetato e i ruscelli

sull’arida terra; spanderò il mio Spirito sulla tua discendenza

e la mia benedizione suoi tuoi rampolli”

[Isaia 44:3]

 

Quando un credente si sente triste e oppresso, prova a risollevarsi affliggendosi con timori oscuri e dannosi. Non è questo il modo corretto per alzarsi dalla polvere, bisogna, invece, continuare a starci. Sarebbe come pretendere che una catena all’ala di un’aquila l’aiuti a risalire, o come ritenere che il dubbio possa accrescere la nostra grazia. Non è la legge, ma l’Evangelo che salva l’anima desiderosa, e non è una schiavitù legale, ma la libertà dell’Evangelo che può ristorare il credente abbattuto. Un timore servile non riporta il credente tiepido al Signore, ma sono le dolci espressioni d’amore ad attirarlo a Gesù.

Questa mattina sei assetato del Dio vivente, e infelice perché non riesci a fare di Lui la gioia del tuo cuore? Hai perso il piacere delle cose spirituali, e la tua preghiera è: “Rinnovami la gioia della tua salvezza”? Sei consapevole di essere sterile come la terra arida, e che non stai portando il frutto che Dio ha il diritto di aspettarsi da te? Pensi di non essere utile alla Chiesa o al mondo come vorrebbe il tuo cuore? Allora questa è proprio la promessa di cui hai bisogno: “A chi ha sete darò dell’acqua”. Tu riceverai la grazia di cui hai bisogno, e ne avrai tanta da soddisfare completamente le tue necessità. L’acqua dà ristoro all’assetato: tu sarai ristorato, e i tuoi desideri saranno soddisfatti. L’acqua risveglia la vita vegetale e la tua vita sarà risvegliata dalla freschezza di una nuova grazia. L’acqua fa crescere i germogli e fa maturare i frutti, tu avrai una grazia che porta frutto e diventerai operoso nelle vie di Dio. Potrai godere in modo completo tutte le qualità della grazia divina, e riceverai in abbondanza tutte le sue ricchezze. Come i prati, talvolta, vengono inondati dai fiumi in piena, e i campi diventano pozze colme d’acqua, così accadrà anche a te: la terra arida diventerà sorgente.

 

Lettura biblica: Isaia 44:1-8