Parlare Alla Nostra Generazione

Parlare Alla Nostra Generazione

“Gesú gli rispose: ‘Io ho parlato apertamente al mondo;

ho sempre insegnato nelle sinagoghe e nel tempio, dove tutti i Giudei si radunano; e non ho detto nulla in segreto’”

[Giovanni 18:20]

In ogni epoca della storia sono sorti grandi personaggi portatori di teorie e dottrine capaci spesso di innovare profondamente quanto era stato affermato e creduto fino a quel momento. Le teorie si avvicendano senza soluzione di continuità, quasi a sancire la loro inconsistenza e fallacia. Soltanto l’insegnamento di Gesú è valido per tutte le generazioni passate, presenti e future.

Quando le guardie furono mandate dai farisei e dai capi sacerdoti per arrestare Gesú, tornarono dai loro superiori senza di Lui. Allora furono interrogati: perché non L’avete arrestato? Le guardie risposero: “Nessuno parlò mai come quest’uomo!” (Giovanni 7:46). Il Signore, anche attraverso di loro, volle confermare che l’insegnamento del Suo Figliolo Gesú ha un valore eterno, degno di essere ascoltato e praticato dai Suoi fedeli.

Dopo la morte e la risurrezione di Cristo gli apostoli, per ordine del Maestro, dovevano continuare a proclamare e ad ammaestrare tutti gli uomini; e, infatti, dal giorno della Pentecoste, dopo aver realizzato il battesimo nello Spirito Santo ed essere stati riempiti di potenza, iniziarono a diffondere il glorioso messaggio della vita a tutte le genti. L’apostolo Pietro, al termine della sua prima “predicazione”, condusse ai piedi di Cristo tremila cuori pentiti, pronti ad accettare Gesú come loro Salvatore.

Anche in seguito la prima Chiesa continuò fedelmente a parlare di Cristo alla propria generazione.

Il Signore Gesú, che durante il Suo ministerio ha “parlato apertamente al mondo”, ancora oggi parla mediante i Suoi discepoli che, condotti dallo Spirito Santo, annunciano tutto l’Evangelo. Perciò vogliamo fare nostro il mandato del Maestro: parlare alla nostra generazione di un Signore che salva, guarisce e battezza con il Suo Spirito e che presto ritornerà.

 

Lettura biblica: Giovanni 18:19-27 [vd. Atti 28:17-30]