Testimoniare Della Verità

Testimoniare Della Verità

“… ‘Tu lo dici; sono re; io sono nato per questo, e per questo

sono venuto nel mondo: per testimoniare della verità.

Chiunque è dalla verità ascolta la mia voce’ …”

[Giovanni 18:37]

 

In questo versetto Gesú descrive la propria missione, rispondendo a Pilato e leggendone i pensieri. Il Figlio di Dio non venne per conquistare un regno con la spada e per raccogliere seguaci mediante la forza.

Testimoniare all’uomo decaduto la verità su Dio, sul peccato, sulla necessità di un Redentore, sulla natura della santità, dichiarare e innalzare davanti agli occhi dell’uomo queste realtà da lungo tempo perdute e sepolte, fu uno dei grandi scopi del Suo ministerio. Gesú venne per essere il testimone di Dio ad un mondo perduto e corrotto. Egli non esitò a dichiarare al fiero governatore romano la necessità che il mondo aveva di questa testimonianza. L’apostolo Paolo aveva in mente queste parole quando scrisse: “… Cristo Gesú … rese testimonianza davanti a Ponzio Pilato con quella bella confessione di fede” (I Timoteo 6:13).

I servi di Cristo devono ricordare che la condotta del Signore in questa occasione aveva lo scopo di fornirci un esempio. Come Lui, anche noi siamo chiamati ad essere testimoni della verità di Dio, ad essere sale in mezzo alla corruzione, luce tra le tenebre, uomini e donne che non temono di prendere posizione e di testimoniare per Dio contro il peccato del mondo. Farlo può procurarci molte difficoltà e persino la persecuzione. Se amiamo la vita, manteniamo pura la nostra coscienza e se vogliamo essere riconosciuti da Cristo nell’ultimo giorno, comportiamoci da fedeli testimoni. È scritto: “Perché se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui quando verrà nella gloria del Padre suo con i santi angeli” (Marco 8:38).

 

 

 

 

 

Lettura biblica: Giovanni 18:33-40 [vd. Luca 9:23-27]