Il Re Ripudiato

Il Re Ripudiato

“Allora Pilato prese Gesú e lo fece flagellare”

[Giovanni 19:1]

 

Queste parole sintetizzano in modo chiaro la risposta che la creatura seppe dare al proprio Creatore.

Nel preciso momento in cui Gesú veniva per redimere l’uomo dall’oppressione del peccato e offrirgli la Sua libertà, era ripudiato e maltrattato! È il dramma vissuto da Cristo: Colui che da ogni eternità è ricoperto di gloria e di onore, viene torturato, rigettato e messo a morte da quella stessa creatura che è oggetto del Suo inesauribile amore.

Il Re, il sovrano, Colui per il quale tutte le cose esistono, si presenta per farsi conoscere: non è un tiranno ma un Salvatore, viene per guarire e benedire. L’uomo però reagisce in maniera irragionevole, bestiale. Pilato stesso aveva riconosciuto in Lui un’autorità divina e disse: “Ecco il vostro Re”; il popolo per tutta risposta gridò: “Crocifiggilo!”.

Sì, alla fine Lo incoronarono, ma con una corona di spine; Gli offrirono come trono la croce del Golgota; la folla Lo acclamò ma in modo ironico e dissacrante.

A volte, con le nostre azioni contrarie alla Sua volontà, anche noi ci identifichiamo in quella folla delirante. Abbiamo ragione di credere che al posto di quegli uomini avremmo agito allo stesso modo, incoronando Gesú di spine e di dolori. Anche noi, infatti, mentre eravamo ancora lontani da Dio, abbiamo replicato al Suo amore con insulti ed oltraggi e ancora oggi siamo spesso sordi al Suo richiamo. Chiediamo dunque al Signore di darci la forza necessaria per operare secondo la Sua volontà, chiediamogli la potenza del Suo Santo Spirito, affinché come gli apostoli possiamo essere più che vincitori con Cristo nel nostro combattimento di fede e non offendere più il nostro Creatore con il nostro peccato.

Se la testimonianza cristiana che rendiamo nel mondo è negativa, anche noi apparteniamo a quella folla di scalmanati che incoronò il Redentore con una corona di spine; ma se facciamo brillare la luce di Cristo in noi, conducendoci in conformità alla Parola di Dio, la nostra testimonianza sarà una corona di gloria per il nostro Re.

 

Lettura biblica: Giovanni 19:1-7 [vd. Ebrei 3:12-19]