GIORNI DI TENEBRE

GIORNI DI TENEBRE

“Chi di voi teme il Signore e ascolta la voce del suo servo? Sebbene cammini nelle tenebre, privo di luce, confidi nel nome del Signore e si appoggi al suo Dio!”
[Isaia 50:10]

Non esistono soltanto giorni di disgrazia, ma anche giorni di tenebre, nei quali non avvertiamo la presenza di Dio, ed Egli sembra nascondersi. Come Giobbe, andiamo a oriente ed Egli non c’è, a occidente, e non Lo troviamo, a settentrione, quando crediamo di vederLo lì all’opera, ma non Lo vediamo; Egli si nasconde nel mezzogiorno, ma non riusciamo a scorgerLo.
Questi sono giorni in cui accadono fatti inspiegabili: le circostanze ci sono avverse, ci sentiamo privi di qualsiasi ispirazione. Tutto ciò in cui abbiamo creduto sembra crollare, e l’avversario, ridendo, ci sussurra che la nostra fede è solamente un inganno.
Il Signore permette, per alcuni dei Suoi figli, un cammino nelle tenebre. Essi possono persino congedarsi dalla loro giornata terrena nella tribolazione. Nella vita esistono bivi di fronte ai quali può prendere il sopravvento una certa pigrizia spirituale, una lentezza a comprendere i disegni di Dio. Alcuni credenti, invece, proprio di fronte alle difficoltà, passano da una fede abitudinaria alla piena consapevolezza che è solamente il Signore in grado di dare forma alla loro realtà terrena.
Anche il credente più battuto dalle circostanze della vita sarà rialzato, quando finalmente si leverà il mattino eterno. Non glorificheremo mai Dio maggiormente di quando confidiamo nel Suo nome e ci fidiamo di Lui, qualsiasi cosa avvenga.