OGNI PENA FINIRA’

OGNI PENA FINIRA’

“Io infatti non voglio contendere per sempre né serbare l’ira in eterno, affinché gli spiriti, le anime che io ho fatte, non vengano meno davanti a me”
[Isaia 57:16]

Il Padre celeste cerca la nostra istruzione e non la nostra distruzione. Il Suo contendere con noi mira a delle finalità positive. Egli non sarà adirato per sempre. Pensiamo che la disciplina del Signore sia eccessivamente lunga, ma soltanto perché la nostra pazienza è troppo corta. La Sua compassione dura in eterno, ma non il Suo sdegno. La notte può trascinarsi per tutta la sua noiosa lunghezza, ma alla fine dovrà cedere il posto ad un giorno radioso. Come la contesa è soltanto per un tempo, così l’ira che l’accompagna dura soltanto un breve momento. Il Signore ama troppo i Suoi figli per rimanere adirato con loro.
Se Dio dovesse costantemente agire con noi come accade in qualche occasione, verremmo subito meno e giungeremmo disperatamente alle soglie della morte.
Coraggio, caro fratello in Cristo! Il Signore farà presto cessare il Suo rimprovero. Accettalo e sopportalo, poiché il Signore ti sosterrà fino alla fine. Colui che ti ha creato sa quanto sei fragile e quanto sia limitata la tua capacità di sopportazione. Egli tratterà teneramente ciò che ha formato in modo così delicato. Quindi, non essere spaventato se il presente è doloroso, poiché si affretta verso un futuro felice. Colui che ti percuote ti guarirà; la Sua ira limitata sarà seguita da un’infinita dimostrazione di misericordia.