CONFIDARE IN DIO

CONFIDARE IN DIO

“Io ho visto le sue vie, e lo guarirò; lo guiderò e ridarò le mie consolazioni a lui e a quelli dei suoi che sono afflitti”
[Isaia 57:18]

Rimuovere la malattia spirituale è una prerogativa esclusiva di Dio. La malattia fisica può essere curata dall’uomo con la medicina, ma anche in questo caso l’onore è da attribuire a Dio che ha dato efficacia a quel rimedio e ha concesso all’essere umano la possibilità di superare la malattia. Riguardo allo spirito, invece, questo resta soltanto alla mercé del grande Medico. Egli considera le malattie dello spirito Sua prerogativa: “Io faccio morire e faccio vivere, ferisco e risano” è scritto in Deuteronomio (cfr. 32:39), e uno dei nomi del Signore è Yahwèh-Rophï, ossia il Signore che ti guarisce. “Ti guarirò delle tue ferite”, è una promessa che non può procedere dalle labbra di un uomo, ma soltanto dalla bocca dell’Eterno. A questo riguardo il salmista gridava al Signore: “Risanami, o Signore, perché le mie ossa sono tutte tremanti”; e ancora: “guarisci l’anima mia, perché ho peccato contro di te”. Per questo stesso motivo, il giusto loda il Nome del Signore, dicendo: “Egli risana tutte le tue infermità”. Colui che ha creato l’uomo, può ristabilirlo, Colui che dal principio era il Creatore della nostra natura, ora può ricrearla. Quale consolazione sapere che nella persona di Gesù “abita corporalmente tutta la pienezza della Deità”!
Anima mia, qualunque sia la tua malattia, questo grande Medico può guarirti. Se Egli è Dio, non ci sono limiti al Suo potere. Vai a Lui con la cecità provocata da un’oscura comprensione, vai con il piede zoppicante per l’energia sprecata, vai con la mano storpia della fede debole, con la febbre di un temperamento iroso o con l’angoscia della disperazione, vai così come sei, poiché Colui che è Dio può certamente rimuovere il tuo male. Nessuno può trattenere la virtù guaritrice che procede da Gesù, nostro Signore. Legioni di demoni hanno cercato di impossessarsi della potenza dell’amato Medico, ma Egli non è stato mai vinto. Tutti i Suoi pazienti sono stati guariti nel passato e lo saranno nel futuro, e tu sarai uno di loro, amico mio, se soltanto ti affiderai a Lui in questo giorno.