Vera Fede

Vera Fede

“Gesú gli disse: ‘Perché mi hai visto, tu hai creduto;

beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!’”

[Giovanni 20:29]

 

Hai questa fede? Se sì, scoprirai che è possibile rifiutare ciò che è apparentemente buono e scegliere ciò che sembra svantaggioso. Non baderai alle perdite di oggi nella speranza dei guadagni di domani. Seguirai Cristo nell’oscurità e rimarrai con Lui fino alla fine. Se non ce l’hai, sappi che non potrai mai combattere il buon combattimento, né correre in modo da riportare il premio. Sarai ben presto scandalizzato e tornerai nel mondo.

Prima di ogni altra cosa il credente deve avere una fede autentica e perseverante nel Signore Gesú Cristo. La vita che vivi nella carne la devi vivere nella fede del Figlio di Dio. Ci deve essere la ben radicata abitudine di appoggiarti continuamente su Gesú, di guardare a Cristo, di attingere da Lui e di appropriartene come manna per la tua anima. Devi arrivare a dichiarare liberamente: “… per me il vivere è Cristo e il morire guadagno”, e “io posso ogni cosa in colui che mi fortifica” (Filippesi 1:21; 4:13).

Questa è la fede per la quale i santi dell’Antico Testamento ottennero una buona testimonianza. La fede fu l’arma per la quale vinsero il mondo. La fede li fece essere quello che furono.

Per fede Noè continuò a costruire l’arca, mentre il mondo lo guardava e derideva; per fede Abraamo lasciò a Lot la scelta e Rut rimase attaccata a Naomi, abbandonando il suo paese e i suoi dei. Per fede Daniele continuò a pregare, pur sapendo che la fossa dei leoni era preparata; per fede i tre giovani rifiutarono di adorare l’idolo, pur avendo la fornace davanti agli occhi; per fede Mosè abbandonò l’Egitto, non temendo l’ira di Faraone. Tutti costoro agirono in questo modo perché credettero. Essi videro chiaramente le difficoltà che li aspettavano. Ma per fede videro Gesú sopra ognuna di esse e andarono avanti!

 

 

 

 

Lettura biblica: Giovanni 20:24-31 [vd. Ebrei 11]