UNA BEVANDA MIGLIORE

UNA BEVANDA MIGLIORE

“E ora, perché vai per la via che conduce in Egitto per andare a bere l’acqua del Nilo? o perché vai per la via che conduce in Assiria
per andare a bere l’acqua dell’Eufrate?”
[Geremia 2:18]

Il Signore ha dimostrato d’essere degno della fiducia d’Israele operando svariati miracoli, diverse grazie e potenti liberazioni. Eppure Israele ruppe gli argini entro i quali Dio lo aveva riposto, come in un giardino sacro: dimenticò l’Iddio vivente e andò dietro a falsi dei. Il Signore lo rimproverò continuamente per questa sua infatuazione, e il nostro testo contiene una prova della lamentela nei suoi confronti: “Cosa pensi di fare sulla via che porta in Egitto? Vuoi forse bere le acque di un fiume melmoso? Perché te ne vai lontano e lasci le tue acque fresche? Perché abbandoni Gerusalemme per andartene a Nof e a Tafanes? Perché vuoi perseverare nell’errore, non sei soddisfatto di ciò che è buono e salubre, e segui invece ciò che è riprovevole ed illusorio?”.
Non vi è forse qui una parola di rimprovero e di avvertimento anche per noi oggi? Oh credente sincero, chiamato per grazia e lavato nel sangue prezioso di Gesù, tu hai gustato una bevanda migliore di quella che può offrirti il fiume melmoso dei piaceri di questo mondo, hai assaporato la comunione con Cristo, hai ottenuto la gioia di vedere Gesù e di appoggiare il tuo capo sul Suo petto. Dopo tutto questo, gli onori, i divertimenti, le gioie e le cose futili di questa terra possono realmente soddisfarti? Tu hai mangiato il pane degli Angeli (cfr. Salmo 78:25; Vers. Diodati), puoi accontentarti di vivere di gusci vuoti? Un servitore di Dio un giorno disse saggiamente: “Ho gustato la manna di Cristo ed essa mi ha tolto il gusto per il pane nero dei piaceri di questo mondo”. Penso che dovrebbe essere così anche per te. Se stai scavando presso le acque d’Egitto, ritorna presto all’unica fonte di vita: le acque del Nilo possono essere dolci per gli egiziani, ma per te sarebbero particolarmente amare. Cosa hai da spartire con loro? Gesù ti pone questa domanda oggi, cosa Gli risponderai?