Dio è Luce

Dio è Luce

“Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che vi

annunziamo: Dio è luce, e in lui non ci sono tenebre”

[I Giovanni 1:5]

 

La luce è essenziale per la vita umana. Alcuni studi dimostrano che, se non riceviamo sufficiente luce naturale per un lungo periodo di tempo, rischiamo di diventare sempre più pessimisti e di ammalarci fisicamente. Per quanto la luce artificiale possa aiutare, la luce naturale è l’elemento migliore per mantenere il nostro equilibrio fisiologico. Se la luce fisica è indispensabile per il nostro benessere fisico, quanto più la luce spirituale è fondamentale per la salute dell’anima!

Nel Vangelo e in questa epistola l’apostolo Giovanni utilizza frequentemente la metafora della luce per descrivere la verità. Se l’opposto della luce sono le tenebre, allora il contrario della verità è l’inganno o l’incredulità. Giovanni continua dichiarando che i credenti non possono avere luce e tenebre insieme: non possono dire di avere comunione con Dio, un rapporto con Lui (che è luce) e continuare a ribellarsi al Signore facendo ciò che è sbagliato (camminando nelle tenebre). È probabile che l’apostolo scrivesse in risposta a certi falsi dottori che dichiaravano che il nostro essere fisico è completamente separato da quello spirituale. In altre parole, essi insegnavano che ciò che compiamo nella vita quotidiana non è per nulla collegato a quello che siamo spiritualmente. Questa falsa dottrina incoraggiava a vivere seguendo le proprie passioni, senza considerare che chi è nato di nuovo non appartiene più a sé stesso, ma a Dio. Così come la parte umana e divina di Gesú non si possono separare, neppure la nostra componente fisica può essere scissa da quella spirituale. Quello che facciamo è indice di quello in cui crediamo. Non è possibile “conoscere” la verità senza praticarla; le due cose devono necessariamente andare a braccetto. Questo passo è indirizzato a quanti si ribellano a Dio, seguendo continuamente le tenebre e che tuttavia dichiarano di essere cristiani. L’apostolo non si rivolge al credente sincero che lotta con il peccato e con la propria carne. Tutti i credenti sono tentati dal peccato, ma il sangue di Gesú ci purifica da ogni iniquità se camminiamo nella luce delle Sue vie.

 

Lettura biblica: I Giovanni 1:1-10 [vd. II Samuele 22:21-29]