Ricchezze Che Svaniscono

Ricchezze Che Svaniscono

“E il mondo passa con la sua concupiscenza;

ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno”

[I Giovanni 2:17]

L’opera della grazia nell’anima è reale come nient’altro. Ogni altra cosa, infatti, passa come il sogno di una notte e giunge inevitabilmente a termine come il racconto di una storia. Una cosa che svanisce e si conclude non si può considerare reale. Può avere la parvenza della realtà, mentre in effetti non è che un’ombra. Il denaro, i gioielli, i quadri, i libri, i mobili, i beni sono tutte cose passeggere. Il denaro si può spendere, i gioielli si perdono, i libri possono essere bruciati, i mobili e i quadri vanno in decadimento, le ricchezze possono essere rubate. Niente è reale se non dura per sempre. La salute viene meno, la forza diminuisce, la bellezza svanisce, la vista e l’udito si affievoliscono, la mente stessa vacilla, le ricchezze mettono le ali e volano via, i figli muoiono e gli amici ci lasciano, la vecchiaia avanza e la vita stessa giunge al termine.

Tutte queste cose passeggere e fugaci non sono altro che ombre. Non c’è sostanza in loro, nulla di permanente. Esistono per un tempo e sono utili per un momento. Come il nostro cibo quotidiano, il vestiario, la casa, questi beni ci sostengono e rallegrano durante il nostro viaggio nella vita. Ma poi si fermano – quando la vita giunge al termine anch’essi finiscono. Passano i piaceri, passano le ricchezze, passa la gloria del mondo, passa tutto quel che ha fatto palpitare i cuori, oggetto di tanto desiderio e sforzi; passa la gioventù, la forza, la salute e la vita terrena. Ultimo avanzo, restano i monumenti nel campo della morte e anche quelli un giorno saranno del tutto dimenticati! Quali delusioni cocenti, qual vuoto delle anime! Quale vanità! L’uomo, creato per le cose alte, pure, sante, durature non può trovar requie né felicità che in Dio. Chi fa la sua volontà dimora in eterno; non perde la sua vita terrena e assicura il suo avvenire nel mondo delle realtà superiori ed eterne. Ci sarai anche tu?

 

 

 

 

Lettura biblica: I Giovanni 2:1-17 [vd. Matteo 6:19-34]