Autocrazia: Esito Infausto

Autocrazia: Esito Infausto

“S ignore, io so che la via dell’uomo non è in suo potere, e che non è in potere dell’uomo che cammina il dirigere i suoi passi”
[Geremia 10:23]

Tutto il testo del capitolo 10 di Geremia ha come argomento l’idolatria e l’inevitabile giudizio che ne consegue. Dopo aver evidenziato il contrasto tra gli idoli e l’Iddio vivente, tra l’abisso che separa gli uomini che pongono la loro fiducia negli idoli e quelli che la pongono nell’Eterno, il profeta conclude con una preghiera struggente che esprime tutta la debolezza e la fragilità dell’uomo, il quale non è realmente in grado di determinare positivamente la propria condotta.
Qui viene messa in luce una verità, che l’umanità universalmente ignora o nega deliberatamente. L’intera storia umana, privandosi del rapporto con Dio, si riduce unicamente ad un tentativo dell’uomo di comprendere sé stesso e autogovernarsi.
Tutta l’autocrazia è un tentativo di dirigere i propri passi, ma si tratta di un titanismo votato al fallimento, di un atteggiamento che condurrà ad esiti infausti. Una condotta scollata dalla guida divina evidenzia la volontà di potenza che abita il cuore di ogni uomo, al punto che i rapporti con il prossimo saranno sempre caratterizzati dal sopruso e dall’antagonismo. Nei regimi democratici, per quanto si cerchi di dare all’azione di governo una base parlamentare ed elettiva viene ribadito, una volta di più, che l’uomo non ha il potere di dirigere sé stesso, misura di ogni cosa egli si fa arbitro senza possibilità di appello, ultima istanza di norme irrevocabili.
Nonostante i tentativi di assicurare all’umanità una maggiore giustizia, i risultati appaiono estremamente insoddisfacenti. C’è soltanto una speranza per ogni individuo come per l’intera umanità, ed è quella di lasciarsi guidare da Colui che conosce perfettamente i sentimenti e le debolezze in cui ci dibattiamo ed è capace di dirigere i nostri passi sulla via della verità, della giustizia e della pace.
Dio vuole dirigere ciascuno di noi, oggi, mediante la Sua Parola. PermettiamoGlielo!