La Casa Del Vasaio

La Casa Del Vasaio

“Alzati, scendi in casa del vasaio, e là ti farò udire le mie parole” [Geremia 18:2]

Il profeta Geremia per comprendere meglio il messaggio di Dio è spinto a considerare da vicino il lavoro del vasaio, scendendo nella sua bottega. L’immagine è certo suggestiva, ma, ancor più, significativa. Perciò, idealmente, affianchiamoci al profeta per contemplare l’opera del Vasaio divino.
Geremia osservò come il vaso nelle mani dell’artigiano si ruppe e come subito ne fu fatto uno più conforme ai gusti e ai desideri del vasaio. Ogni uomo deve imparare ad essere come argilla nelle mani di Dio, lasciandosi modellare affinché Egli possa fare di noi dei vasi pregiati e utili alla Sua gloria. L’argilla plasmata dalle mani del vasaio non si ribella, quante volte invece noi ci siamo opposti al Signore e non siamo stati ubbidienti conformandoci alla Sua Parola, proprio come accadeva agli Israeliti al tempo di Geremia.
Oggi come ieri i cuori sono induriti dal peccato e c’è un’unica soluzione per uscire da questa situazione desolante: riconoscere in Cristo Gesù il proprio Salvatore personale, nonché attribuire a Lui solo la completa signoria sulla nostra vita. Sono molte le vie di questo mondo che appaiono belle a percorrersi, gravide di sviluppi radiosi, premessa di un ridente avvenire per l’uomo, ma conducono tutte alla rovina finale: sono tutti vasi che si rompono malamente nelle mani del vasaio.
Ascoltiamo l’invito di Dio e lasciamoci plasmare amorevolmente dalle Sue mani. Il risultato sarà l’armonia perfetta di vasi belli a vedersi e funzionali per l’uso a cui saranno destinati. Saremo dei vasi eletti per la Sua gloria, riempiti delle ricchezze celesti, mediante le virtù dello Spirito Santo.