Il Primo e l’Ultimo

Il Primo e l’Ultimo

“‘Io sono l’alfa e l’omega’, dice il Signore Dio, ‘colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente’”

[Apocalisse 1:8]

Cosí parla il Signore, re d’Israele e suo redentore, il Signore degli eserciti: Io sono il primo e sono l’ultimo, e fuori di me non c’è Dio” (cfr. In Isaia 44:6; 48:12). Dio è il primo e l’ultimo. Il Figlio di Dio partecipa all’essenza divina e come tale è al principio di tutte le cose e sarà anche l’ultimo, cioè sussisterà immutato quando saranno stati inabissati tutti i Suoi nemici, quando i cieli e la terra attuali saranno passati ed egli avrà compiuto interamente il disegno del Padre. “In lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra, le visibili e le invisibili … tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui. Egli è prima di ogni cosa e tutte le cose sussistono in lui … è lui il principio, il primogenito dai morti, affinché in ogni cosa abbia il primato” (Colossesi 1:16-18).

Dio, che è il principio di ogni cosa, che ha creato il mondo, sarà anche la fine, cioè Colui che chiuderà il ciclo della storia e, con la Sua onnipotenza condurrà a compimento ogni Suo disegno.

L’ alfa è la prima e l’omega l’ultima lettera dell’alfabeto greco; il senso è quello espresso anche nei versetti che troviamo alla fine del libro e che riguardano Gesú: “Io sono l’alfa e l’omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine” (21:6; 22:13). Gli Ebrei esprimevano anch’essi l’idea di totalità e compiutezza nel dire “dall’ alef al tau”, la prima e l’ultima lettera del loro alfabeto. Il Signore è sempre il primo e sarà certamente l’ultimo!

Ci sarà di conforto sapere che Dio ha la prima e l’ultima parola, che ogni Sua promessa non è stata soltanto generata, ma sarà anche adempiuta, che il Suo piano originario per l’uomo avrà il suo compimento finale.

Dio ha un Suo stile, non lascia le cose a metà, incompiute, la Sua Parola non è gettata al vento. Egli è l’onnipotente e, come ha promesso, verrà: la Sua venuta è prossima, sei pronto?

 

 

 

 

Lettura biblica: Apocalisse 1:1-8 [vd. Giovanni 1:1-3]