Non Temere

Non Temere

“Quando lo vidi, caddi ai suoi piedi come morto. Ma egli pose la sua mano

destra su di me, dicendo: ‘Non temere, io sono il primo e l’ultimo’”

[Apocalisse 1:17]

 

La mano di grazia che si posa su Giovanni è accompagnata da tenere ed efficaci parole che rassicurano il suo cuore: “Non temere”. Questa espressione si riverbera lungo le pagine della Bibbia, la udirono Abramo e Mosè, Giosuè e Daniele, oltre che, varie volte, gli stessi discepoli di Gesú, così bisognosi di conforto e sollievo. Questa espressione non è una formula magica; la sua potenza dipende da Chi la pronuncia, così come l’effetto di una promessa dipende dall’affidabilità di chi la esprime. Il “non temere” dalle labbra del glorificato Figlio dell’uomo ricordava a Giovanni le occasioni in cui fu pronunciato dallo stesso Cristo. L’apostolo, davanti a questa espressione familiare, non può che identificare quell’Essere glorioso con il Gesú che aveva camminato con i Suoi discepoli sulla terra, e riconoscere che Egli è lo stesso, con lo stesso amore e compassione; è Colui che calmò le paure dei discepoli sul mare di Galilea con parole simili: “Sono io; non temete!”.

Supponi di perderti nel deserto e di essere circondato dai suoi terrori, al punto da cominciare a temere per la tua incolumità. Uno sconosciuto si avvicina dicendoti: “Non temere”, ma le sue parole non ti calmano. Uno dei tuoi compagni di viaggio ripete la stessa frase, ma senza esserti di aiuto. All’improvviso, una persona che conosci e di cui ti fidi, un grande conoscitore del deserto, ti dice: “Non temere”. Sei immediatamente rassicurato.

Funziona così con il Signore: devi conoscerlo, prima che le Sue parole di pace abbiano influenza sulla tua vita. Conoscilo e basterà uno dei Suoi “non temere” per incoraggiarti in qualunque circostanza, pericolo, o perplessità. Colui che accoglieva i pubblicani e che andò ad albergare da un peccatore, è proprio la Persona alla quale puoi rivolgerti e dalla quale puoi udire le parole “non temere”, con la certezza che la parola di grazia che esce dalle Sue labbra è potente ed efficace e ti trasmetterà tutta la pace che contiene.

 

 

 

Lettura biblica: Apocalisse 1:9-20 [vd. Deuteronomio 31:1-8]