Gesú In Mezzo Ai Candelabri

Gesú In Mezzo Ai Candelabri

“… Queste cose dice colui che tiene le sette stelle nella sua destra

e cammina in mezzo ai sette candelabri d’oro”

[Apocalisse 2:1]

 

Come il candelabro riceve la luce e la fa risplendere davanti a tutti, così la Chiesa deve attingere la verità dalle Sacre Scritture e dalla comunione con Cristo. In seno alle chiese hanno speciale responsabilità i conduttori che, come stelle, devono brillar di luce più viva mediante una conoscenza più profonda della Parola e mediante una vita che sia di esempio agli altri. Sono, infatti, servi di Cristo in senso particolare perché stanno nella Sua mano, a Sua disposizione. I candelabri sono sulla terra ed Egli è nel cielo, tuttavia il Signore cammina tra essi, secondo la Sua promessa, a significare che:

Egli è vicino. Cristo è sempre presente, in mezzo ai Suoi santi, come lo era nella stanza di sopra a Gerusalemme. Egli è vicino ad ognuno dei Suoi, è vicino a Laodicea e Sardi, come ad Efeso e a Filadelfia.

Egli rivolge lo sguardo verso la Sua Chiesa. “Conosco le tue opere”. Il Suo occhio, lo sguardo attento del Sacerdote e Re, l’occhio vigile del Salvatore e Pastore è sopra di essa.

Egli provvede ai bisogni dei Suoi figli. Le necessità dell’uomo sembrano non finire mai, ma Egli è altrettanto costante, instancabile, paziente, fedele e amorevole. Tutta la Sua pienezza è a disposizione di ogni Suo figlio.

Egli si duole per i suoi peccati. Egli è fedele da notare il peccato e da metterci in guardia contro di esso, come è fedele da perdonarlo quando lo confessiamo. Non c’è rabbia né furia. Tutto è gentilezza e grazia. Egli si rattrista per Efeso che ha lasciato il primo amore, si addolora per Pergamo che permette il peccato, per la morte di Sardi e per la tiepidezza di Laodicea.

Egli incoraggia la Chiesa con la promessa della vittoria e della ricompensa . È come se dicesse ad ogni comunità: “Continua a combattere, perché io sono con te! Non temere, perché io sono vicino con tutta la mia pienezza. Continua a brillare, perché io mi compiaccio della tua luminosità e ti renderò in grado di risplendere. E ho con me la ricompensa per tutti coloro che vincono!”.

 

Lettura biblica: Apocalisse 2:1-7 [vd. Isaia 40:1-11]