Affidarsi a Dio

Affidarsi a Dio

“Il re Sedechia … né egli, né i suoi servitori, né il popolo del paese

diedero ascolto alle parole che il S ignore aveva pronunziate

per mezzo del profeta Geremia”

[Geremia 37:1, 2]

 

È una cosa veramente triste non prestare ascolto ai consigli e alle esortazioni di Dio, quando Egli parla. I risultati di una simile condotta sono sempre drammatici e infelici. Il profeta Geremia aveva più volte dichiarato al popolo di Giuda che gli sarebbe convenuto non opporre alcuna resistenza ai Caldei (Geremia 27:12), perché questi erano lo strumento scelto da Dio, per farlo tornare a Lui, seppure attraverso una via dolorosa. Nondimeno, né il re né i suoi servitori né il popolo stesso “… diedero ascolto alle parole che il Signore aveva pronunziate”.

Troppo spesso, purtroppo, ci sono persone che, proprio come Sedechia, mostrano un certo timore di Dio e giungono a chiedere che si preghi per loro, ma quando il Signore si rivela indicando la via per una reale soluzione dei problemi, invece di reagire adeguatamente, rimangono insensibili e indifferenti.

Le manovre militari egiziane non potevano rappresentare certamente la soluzione alle serie difficoltà dei Giudei; sarebbe stato illusorio, infatti, pensare di sfuggire a ciò che Dio stesso aveva determinato per disciplinarli, ponendo fiducia nell’esercito di faraone. È davvero inutile e illogico pensare di poter risolvere da soli le proprie situazioni difficili, cercando aiuto qua e là, oppure, prestando ascolto alle tante voci che si definiscono veritiere (v. 19). È inutile crogiolarsi nel pensiero che tutto andrà bene, quando in realtà sappiamo che tutto andrà male perché la sola cosa che conta è l’opinione di Dio, e conviene quindi affidarsi pienamente a Lui.

In un’altra occasione, Sedechia chiese nuovamente al profeta se ci fosse qualche parola da parte dell’Eterno (v. 14); gli fu risposto di sì, e ancora una volta il messaggio di Dio confermava quanto era già stato detto: il piano del Signore si sarebbe puntualmente adempiuto.

Che cosa vale, se Dio ci ha già parlato, continuare a dimostrarsi disinteressati alla Sua Parola ed affannarci inutilmente senza raggiungere alcun risultato? Diamo ascolto al Signore, è meglio!