Si Fece Silenzio

Si Fece Silenzio

“Quando l’Agnello aprì il settimo sigillo,

si fece silenzio nel cielo per circa mezz’ora”

[Apocalisse 8:1]

 

Quel silenzio di mezz’ora nel cielo mi è sempre parso una delle cose più sublimi della Scrittura”. Così scriveva un pio teologo del secolo scorso. Quel raccogliersi degli spiriti celesti nell’adorazione e nell’attesa, in uno dei momenti più decisivi della storia del regno di Dio, deve insegnare a noi, creature così agitate, così facilmente distratte, il raccoglimento in presenza delle rivelazioni di Dio per meditarle, il raccoglimento in presenza delle opere di Dio nella natura e nella storia per adorare il loro Autore, il raccoglimento in presenza delle vie di Dio riguardo a noi stessi. Non per nulla Dio ci dà la calma della sera e il silenzio delle notti, il riposo della domenica e i tempi della prova in cui ci chiama a rientrare in noi medesimi e ci parla, nel raccoglimento dell’anima, a tu per tu.

Quando l’Agnello aprì il settimo sigillo tutto tace, a significare l’intensa aspettazione con la quale gli spiriti angelici e umani seguono lo svolgersi del piano di Dio: i momenti paiono decisivi, si fece silenzio nel cielo. Tace la gran voce di lode dei riscattati, tacciono i cori degli angeli tutto è raccoglimento e adorazione silenziosa.

C’è una pausa: il leone della tribù di Giuda alza la mano e ogni creatura tace. Cosa sta succedendo? Forse Dio attende di sentire qualche altra voce? forse qualche cuore si commuoverà e griderà a Lui con fede, per essere salvato. Purtroppo quel grido non s’innalza e il silenzio è assordante!

Finché si può dire ancora “oggi”, noi sentinelle di Dio alziamo forte la voce, e proclamiamo l’Evangelo. Prima che l’angelo riempia l’incensiere di fuoco e lo getti sulla terra, come ambasciatori di Dio non possiamo tacere. Il Signore ci insegna cosa gridare: “… ogni carne è come l’erba e … tutta la sua grazia è come il fiore del campo. L’erba si secca, il fiore appassisce quando il soffio del Signore vi passa sopra; certo, il popolo è come l’erba. L’erba si secca, il fiore appassisce, ma la parola del nostro Dio dura per sempre” (Isaia 40:6-8). Predichiamo la verità, affinché altri non restino in silenzio, ma alzino la loro voce a Dio e siano salvati.

 

Lettura biblica: Apocalisse 8:1-13 [vd. Salmo 72:12-17]