Due aspetti di Dio

Due aspetti di Dio

“Ma l’occhio mio li guardò con misericordia e non li distrussi, non li sterminai del tutto nel deserto”

[Ezechiele 20:17]

Il profeta Ezechiele elenca una lunga serie di infedeltà nei riguardi di Dio compiute dagli Ebrei, prima di uscire dall’Egitto. Anche se non ci è chiara quale sia stata la ribellione degli Israeliti in quella terra straniera, si può dedurre da Esodo 14:12 che si trattasse di una qualche sorta di idolatria, un peccato per il quale Dio avrebbe potuto punirli lasciandoli in balia degli oppressori.

In questi versetti vediamo due aspetti ben distinti della personalità di Dio: la Sua giustizia e la Sua misericordia. Egli aveva scelto Israele come Suo popolo, eppure gli Israeliti, oggetto dell’amore di Dio, non fecero altro che ribellarsi, profanando il Suo santo nome.

Nel deserto Dio aveva alzato la Sua mano, giurando che quella generazione non sarebbe mai entrata nella terra stillante latte e miele.

Ma vediamo, ancora una volta, la Sua misericordia all’opera; Egli infatti non annientò interamente il popolo. Malgrado tutto ciò, Israele insistette caparbiamente nelle sue trasgressioni, dandosi all’idolatria, alla divinazione e ad altre pratiche pagane.

Di fronte ad un popolo che si abbandona al peccato, Dio non può che agire coerentemente alla Sua volontà, senza desiderio di vendetta, poiché Egli è mosso dall’esigenza legittima di far rispettare la verità e la giustizia.

Anche noi siamo stati scelti da Dio per essere Suo popolo, ammaestrati da Lui per essere una gente santa, un sacerdozio regale. Abbandoniamoci quindi a Lui con piena fiducia, ubbidendoGli ed onorando così il Suo nome.