Tutte Cose Nuove

Tutte Cose Nuove

“E colui che siede sul trono disse: ‘Ecco, io faccio nuove tutte le cose’ …”

[Apocalisse 21:5]

 

Il grande evangelista Moody scrive: “Questa terra non è estranea alle lacrime. Il presente non è neppure l’unico tempo in cui esse si trovano in abbondanza. Dal giorno di Adamo in poi, sono stati versati fiumi di lacrime e lamenti disperati sono usciti da cuori rotti”. L’evangelista, poi, continua dicendo che non c’è cuore rotto che Gesú non possa guarire.

Questo mondo continuerà ad essere un luogo di lacrime e l’umanità seguiterà ad avere bisogno della guarigione spirituale che soltanto Gesú può donare, fino a quando Egli non tornerà e porterà il cielo sulla terra. Allora, Egli asciugherà ogni lacrima e farà ogni cosa nuova.

La natura attende questo momento dal giorno in cui il Signore maledisse il suolo a causa del peccato di Adamo ed Eva. “Sappiamo infatti che fino a ora tutta la creazione geme ed è in travaglio”, ma Egli riporterà l’ordine nella creazione, secondo le caratteristiche impartite all’inizio.

Il mondo intero sarà trasformato. La visione di Giovanni della nuova Gerusalemme fu davvero straordinaria, ma la visione dei nuovi cieli e della nuova terra che Egli ha promesso non sarà da meno: il Signore annienterà ogni cosa vecchia (v. 4) e tutto ciò che ha trasformato la terra in un luogo di lacrime e sofferenza sarà eliminato per sempre.

Sebbene non conosciamo il giorno in cui tutte queste cose accadranno, pur sapendo che è molto vicino, il cielo a cui guardiamo ha ancora le porte spalancate. Gli appelli di Dio in questi ultimi capitoli vibrano di un senso di urgenza. Oggi è il tempo della salvezza; è questo il momento di rispondere all’invito. Le promesse per chi si accosta a Lui alle Sue condizioni sono meravigliose: “Ogni cosa è compiuta. Io sono l’alfa e l’omega, il principio e la fine. A chi ha sete io darò gratuitamente della fonte dell’acqua della vita. Chi vince erediterà queste cose, io gli sarò Dio ed egli mi sarà figlio”.

 

 

 

 

 

Lettura biblica: Apocalisse 21:1-8 [vd. Isaia 46:9-13]