L’Incentivo Per La Marcia

L’Incentivo Per La Marcia

“Non te l’ho io comandato? Sii forte e coraggioso;

non ti spaventare e non ti sgomentare, perché il Signore,

il tuo Dio, sarà con te dovunque andrai”

[Giosuè 1:9]

 

Una folla di giovani uomini e donne erano sulla sponda del Giordano, aspettavano il segnale per entrare nella terra promessa. Dio aveva detto che avrebbe loro concesso ogni territorio che i loro piedi avessero calcato (v. 3). Che incentivo per continuare la marcia! Ogni volta che un israelita camminava verso Canaan, si ricordava di quelle parole.

Questa è una bella immagine della nostra esperienza. Impariamo a poggiare il nostro piede sulle promesse della Parola di Dio. Nel combattere i tuoi nemici spirituali, credi che Dio li ha già dati nelle tue mani e prosegui nella certezza che nessuno di essi potrà resisterti. Questa è una promessa benedetta: “Nessuno potrà resistere di fronte a te tutti i giorni della tua vita … io non ti lascerò e non ti abbandonerò” (v. 5). Non importa quanto sia feroce il tentatore, quanto spesso tu sia venuto meno, quanto siano radicate le tue cattive abitudini, se hai l’audacia di credere che il Signore è con te, nulla e nessuno sarà in grado di opporti resistenza, Dio è fedele e non ti abbandonerà; sii forte e vai avanti!

L’unica cosa che il Signore chiede a ciascuno di noi è di ubbidire fino in fondo. Ecco i nostri ordini di marcia, che dobbiamo tenere ben presenti: meditiamo le Scritture giorno e notte; esse non devono mai allontanarsi dal nostro cuore o dalla nostra bocca. Poi, dimostriamoci forti anche quando sembra impossibile ubbidire. Quando tutti i condizionamenti sembrano indebolire i nostri proponimenti, imponiamoci di ubbidire alla voce di Dio e risolutamente confidiamo nel Signore. Mentre avanziamo, scopriremo che le opposizioni che suscitano in noi i maggiori timori, non sono altro che ombre inconsistenti.

Quando vengono toccate dalla lancia della fede esse svaniranno e noi conseguiremo nuove vittorie (cfr. Giosuè 8:18, 26).

 

 

 

Lettura biblica: Giosuè 1:9-18 [vd. Giovanni 14:1; 16:33]